Tre anni in più per la missione Juno su Giove

La decisione della Nasa

Redazione ANSA ROMA

Prolungata di tre anni la missione Juno della Nasa su Giove, fino al luglio 2021. Intanto la sonda si prepara al 13/mo sorvolo ravvicinato del pianeta, previsto il 16 luglio. Con il prolungamento della missione, che ha raggiunto Giove nel luglio 2016, "potranno arrivare nuove sorprese da questo mondo lontano", ha detto Thomas Zurbuchen, a capo del Direttorato delle missioni scientifiche della Nasa.

La decisione di prolungare la missione è stata presa perché alla sonda occorre più tempo del previsto per raccogliere tutte le informazioni programmate. Un problema al motore principale aveva infatti costretto, a fine 2016, a un cambio di programma: la sonda è stata portata a un'orbita più alta e impiega 53 giorni per completare una rotazione intorno al pianeta, anziché 14 giorni come inizialmente programmato e di conseguenza serve più tempo per raccogliere tutti i dati scientifici. La decisione "consentirà di completare gli obiettivi primari della missione e ci permetterà di esplorare ulteriormente la regione dello spazio dominata dal campo magnetico di Giove" ha rilevato il responsabile scientifico della missione, Scott Bolton, del Southwest Research Institute di San Antonio.

La sonda sta catturando dati spettacolari e senza precedenti sul più grande pianeta del Sistema Solare, come ha confermato nell'aprile scorso anche una commissione di esperti indipendenti. Fra questi dati vi sono i primi piani mozzafiato della grande macchia rossa, le immagini delle nubi vorticose, simili a boccoli turchini, che avvolgono il pianeta gigante e la scoperta che i fulmini nell'atmosfera turbolenta di Giove sono più comuni ai poli del pianeta, rispetto all'equatore.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA