Asteroide in cerca di un nome, parte il concorso sul Web

Ai confini del Sistema Solare, il nuovo obiettivo della sonda New Horizon

Redazione ANSA

Parte sul Web la gara per dare il nome al piccolo asteroide di ghiaccio '2014 MU69', prossima tappa della sonda New Horizons, in viaggio dal 2006 per esplorare i confini del Sistema Solare. A lanciare il concorso è la Nasa, che chiede aiuto a semplici cittadini e appassionati di spazio.

C'è tempo fino al primo dicembre 2017 per dare un nuovo nome a questo mondo freddo che si trova a circa 6,5 miliardi di chilometri dalla Terra, nella fascia di Kuiper, culla di comete e asteroidi, ancora in gran parte sconosciuti, che risalgono agli albori del nostro sistema planetario. La campagna è ospitata dall'Istituto Seti, l'organizzazione scientifica privata con base in California nata per scandagliare il Cosmo a caccia di segnali di vita intelligente extraterrestre, ed è guidata da Mark Showalter, membro del Seti e della missione New Horizons.

Per esprimere la propria scelta basta collegarsi al sito 'http://www.frontierworlds.org/'. Il nome dell'asteroide 2014 MU69 sarà reso pubblico a gennaio 2018 e verrà adottato dalla Nasa in attesa di capire la vera natura di questo fossile cosmico. Una sola scelta, però, potrebbe non bastare. Non si sa, infatti, se questo asteroide sia un corpo singolo, un sistema binario o addirittura multiplo. Il mistero dovrebbe essere svelato il giorno di Capodanno 2019, quando la sonda della Nasa lo raggiungerà, stabilendo un record.

L'asteroide di ghiaccio scoperto nel 2014 sarà, infatti, il corpo celeste più lontano mai visitato da una missione spaziale. Dopo un viaggio lunghissimo durato 9 anni e quasi 5 miliardi di chilometri, il 14 luglio 2015 la sonda New Horizons è stata la prima a raggiungere Plutone, che nel frattempo aveva perso il proprio status di pianeta per essere declassato dalla comunità astronomica internazionale a pianeta nano.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA