Il saluto di Saturno nel cielo di novembre

Ultime occasioni per osservare il pianeta degli anelli

Redazione ANSA

Nel cielo di novembre  il saluto di Saturno. Il pianeta resta visibile ancora per poco sull'orizzonte, dopo il tramonto del Sole e queste sere di novembre sono le "ultime occasioni per vedere Saturno poco dopo il tramonto del Sole", rileva Paolo Volpini, dell'Unione Astrofili Italiani (Uai). Il pianeta degli anelli, aggiunge, "è rimasto l'unico osservabile in orario serale, poi avremo un periodo privo di pianeti visibili a occhio nudo". Poco prima del congedo, Saturno abbraccerà Mercurio: la sera del 28 novembre i due pianeti si avvicineranno sull'orizzonte occidentale, ma ben presto tramonteranno nella luce del crepuscolo.

Questa sarà una delle più belle congiunzioni del mese e per vederne altre significative, rilevano gli astrofili della Uai, bisogna alzarsi presto al mattino. Marte, Venere e Giove infatti brilleranno prima dell'alba sull'orizzonte orientale. Difficile da vedere, perché saranno molto bassi sull'orizzonte tra le luci dell'alba, ma suggestiva, la congiunzione tra Venere e Giove del 13 novembre, perché accanto ai due pianeti passerà anche la Stazione Spaziale, che brillerà come un satellite artificiale. Suggestive anche le congiunzioni che avranno per protagonista la Luna. La prima si verificherà nella notte tra il 4 e il 5 novembre: la Luna piena attraverserà la costellazione del Toro e si avvicinerà alle Pleiadi e alla stella Aldebaran. All'alba del 15 novembre, invece, la sottile falce di Luna calante sorgerà insieme a Marte e il 17 novembre, formerà un triangolo con Giove e Venere nella costellazione della Bilancia.

Nel cielo di novembre daranno spettacolo anche gli sciami di meteore: le Tauridi che si manifestano nella prima metà del mese e le più note Leonidi, nella notte tra il 17 e 18 novembre, che spesso offrono lo spettacolo di vere e proprie tempeste di stelle cadenti. Da non perdere, infine, le costellazioni che domineranno il cielo nell'imminente inverno, come il Toro e i Gemelli.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA