Usa e Russia pensano a una nuova stazione spaziale

Nell'orbita lunare, accordo preliminare

Redazione ANSA MOSCA

La Nasa e il Roscosmos, rispettivamente l'agenzia spaziale statunitense e russa, hanno deciso di costruire insieme una nuova stazione spaziale, la Deep Space Gateway, questa volta posizionata "nell'orbita lunare". Lo ha affermato il capo di Roscosmos Igor Komarov all'International Astronautical Congress in Australia.
I primi moduli potranno essere lanciati nel 2024-2026. L'accordo, secondo quanto riporta l'agenzia Interfax,è preliminare e dovrà essere stilato a livello governativo. 

"Inizieremo con la costruzione della stazione orbitante, poi, una volta che le tecnologie saranno testate, potranno essere utilizzate sulla superficie della Luna e, più tardi, su Marte", ha detto Komarov. Anche la Cina, l'India, il Brasile e il Sudafrica potrebbero prendere parte al progetto. Le parti hanno avuto una discussione preliminare sul loro contributo al progetto.

I precisi aspetti tecnologici e finanziari dei partecipanti a 'Deep Space Gateway' verranno discussi nella fase successiva dei negoziati. "Abbiamo appena firmato una dichiarazione congiunta d'intenti per lavorare sulla stazione orbitante lunare: missioni su Luna e Marte saranno considerate in futuro.

L'accordo ora dovrà essere stilato a livello governativo", ha sottolineato il capo di Roscosmos. "La costruzione da uno a tre moduli e lo sviluppo di un sistema di attracco unificato per tutti i tipi di navicelle spaziali possono essere il nostro contributo; inoltre - ha concluso -la Russia intende usare i nuovi razzi da carichi pesanti in progettazione per portare gli elementi della stazione nell'orbita lunare".

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA