La galassia con la 'corona'

E' un alone sottile di gas, quasi impossibile da osservare

Redazione ANSA

Una girandola di colori, dall'azzurro di alcuni suoi bracci a spirale ai punti più brillanti delle regioni più ricche di stelle neonate: è l'immagine di una delle rarissime galassie nelle quali sia mai stata fotografata la corona, ossia la sottile regione di gas caldissimi che avvolge la galassia e che è generalmente quasi impossibile riuscire a osservare.

E' riuscito nell'impresa il telescopio spaziale Hubble, della Nasa e dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa), catturando l'immagine della galassia a spirale NGC 6753, distante 150 milioni di anni luce. E' una delle due galassie abbastanza grandi e vicine da poterne osservare la corona.

Osservare le corone delle galassie è importante perché queste regioni esterne potrebbero raccontare molte cose sul modo in cui le galassie si sono formate. Nonostante i progressi fatti nei decenni passati, il processo che ha portato alla nascita delle galassie è ancora una questione aperta per gli astronomi. A complicare le cose c'è il fatto che esistono galassie dalla forma diversa: alcune sono ellittiche, altre a spirale, altre ancora hanno una forma irregolare. Questa diversità, accanto alle scarse osservazioni, ha reso finora molto difficile elaborare una teoria capace di spiegare l'origine di tutte le galassie.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA