Virgilio della Divina Commedia conquista un posto su Plutone

Tra i primi nomi scelti per monti, pianure e crateri del pianeta nano

Redazione ANSA

Dopo l'Inferno e il Purgatorio della Divina Commedia, Virgilio conquista anche un posto su Plutone: il nome del poeta latino è infatti tra i primi 14 scelti dall'Unione Astronomica Internazionale (Iau) per 'battezzare' monti, pianure e crateri che disegnano la superficie del pianeta nano.

A Virgilio sono state dedicate lunghe e strette depressioni, denominate 'Virgil Fossae'. Altre strutture geologiche sono state chiamate con nomi di storiche missioni spaziali (come Voyager e Sputnik), riferimenti alla mitologia degli inferi (come Tartaro), nomi di grandi esploratori (come i conquistatori dell'Everst Tenzing e Hillary Montes), e ancora nomi di scienziati e ingegneri legati all'esplorazione di Plutone e della fascia di Kuiper.

A proporre la 'rosa' era stato il gruppo della Nasa che segue la missione New Horizons, la sonda lanciata nel 2006 per l'esplorazione di Plutone e del suo satellite Caronte e adesso andata in letargo. Alcuni nomi erano stati votati dagli utenti del web nell'ambito della grande iniziativa 'Our Pluto' ('il nostro Plutone') promossa da Nasa, Iau, e Seti Institute. Altri nomi ancora erano già stati usati in maniera informale dal team di New Horizons per descrivere le regioni osservate durante il primo incontro ravvicinato della sonda con Plutone e Caronte.

"I nomi approvati rendono onore a molte persone e missioni spaziali che hanno aperto la strada alla storica esplorazione di Plutone e della fascia di Kuiper, i mondi più lontani che siano mai stati esplorati", spiega Alan Stern, responsabile della missione New Horizons. Altri nomi restano ancora in attesa di essere esaminati dalla Iau, compreso quello di un'altro personaggio dantesco, Beatrice Portinari, che potrebbe andare a indicare un'altra depressione su Plutone vicina a quella di Virgilio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA