Tornata a Terra AstroPeggy, l'astronauta dei record

E' la donna che ha trascorso più tempo in orbita

Redazione ANSA

E' tornatafinalmente a casa l'astronauta dei record, Peggy Whitson, la donna che ha trascorso più tempo in orbita e detiene il primato di passeggiate spaziali​. Con il suo collega della Nasa, Jack Fischer, e il comandante russo Fyodor Yurchikhin, ha lasciato la Stazione Spaziale Internazionale alle 23:30 italiane del primo settembre a bordo della Soyuz, per arrivare a Terra, in Kazakistan alle 3:22 del mattino del 2 settembre.

Per via dell'uragano Harvey la Nasa ha dovuto rivedere i piani del ritorno a Houston dei due astronauti americani. AstroPeggy era a bordo della Stazione Spaziale dal novembre 2016, per la sua terza missione di lunga durata, che nel marzo 2017 era stata estesa di tre mesi, fino a settembre, arrivando così a 288 giorni. AstroPeggy ha così trascorso in totale 655 giorni nello spazio, più di qualsiasi astronauta americano, e sarà per le missioni di lunga durata all'ottavo posto in assoluto come permanenza

I primati del resto sono familiari per lei, che nel 2008 e' stata la prima donna a comandare la Stazione Spaziale, il 9 aprile 2017 e' diventata la prima donna a comandarla due volte, e lo scorso maggio ha raggiunto la cifra record di 8 passeggiate spaziali. Whitson e' una veterana dello spazio: e' stata selezionata come astronauta della Nasa nel 1996 e nel 2002 ha raggiunto per la prima volta la Stazione Spaziale Internazionale per una missione di 184 giorni. Nel 2008 e' tornata sulla Stazione Spaziale, come comandante e ha trascorso altri 192 giorni nello spazio, durante i quali ha fatto le sue prime cinque passeggiate spaziali.

Yurchikhin e Fischer, arrivati nell'aprile 2017 sulla Stazione Spaziale, sono stati 136 giorni in orbita per questa missione e il cosmonauta ha totalizzato 673 giorni nello spazio. Il comando della stazione passa ora all'astronauta della Nasa Randy Bresnik. La partenza del nuovo equipaggio, con Mark Vande Hei, Joe Acaba e il russo Alexander Misurkin , è prevista per il 12 settembre dalla base russa di Baikonur, in Kazakhstan.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA