Satelliti italiani controllano gli effetti dell’uragano Harvey

Immagini usate per monitorare l'inondazione in Texas

Redazione ANSA

Le immagini dei satelliti italiani sono utilizzate in Texas per monitorare gli effetti dell'uragano Harvey e in particolare per controllare l'inondazione lungo la Costa del Golfo del Texas. Le foto sono state ottenute con i radar ad apertura sintetica (Sar) dei satelliti Cosmo-SkyMed, dall'Agenzia Spaziale Italiana (Asi), particolarmente utili per questo tipo di applicazione, perché possono vedere anche di notte e attraverso le nuvole, a differenza dei satelliti ottici che non sono possono vedere attraverso la fitta copertura nuvolosa dell'uragano.

La società americana Ursa Space Systems ha utilizzato le immagini per monitorare l'inondazione lungo la Costa del Golfo del Texas e in particolare ha confrontato le immagini dell'area di Corpus Christi, riprese nel mese di giugno, con immagini della stessa area presa il 26 agosto. Gestito dall'Asi, il programma Cosmo-SkyMed è stato finanziato dai ministeri della Ricerca, della Difesa e dello Sviluppo Economico, e realizzato dall'industria italiana attraverso Thales Alenia Space Italia (Thales-Leonardo) e Telespazio (Leonardo-Thales). Il sistema è gestito insieme all'Asi dai centri del Fucino e di Matera attraverso la società e-Geos

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA