L'asteroide Florence 'sfiorerà' la Terra il primo settembre

Nessun pericolo però, passerà a circa 7 milioni di chilometri

Redazione ANSA

In attesa dell'asteroide 2012 TC4, che 'sfiorerà' la Terra a ottobre, c'è un altro sasso cosmico che passerà 'vicino' al nostro pianeta: è 3122 Florence, che con i suoi 4,4 chilometri di diametro il primo settembre passerà a circa 7 milioni di chilometri dal nostro pianeta. Vista la distanza, non ci sarà alcun rischio per la Terra, precisa la Nasa.

La particolarità dell'asteroide è la sua mole. "Anche se molti asteroidi noti sono passati più vicino di quanto farà Florence, tutti sono di dimensioni minori", commenta Paul Chodas, direttore del Centro per lo studio dei Near-Earth Object (CNEOS) della Nasa al Jet Propulsion Laboratory di Pasadena. "Florence è il più grande asteroide a passare così vicino al nostro pianeta, da quando è iniziato il programma della Nasa per rilevare e tracciare questi oggetti", continua.

Questo incontro relativamente 'vicino' offre quindi l'opportunità di studiarlo in modo più ravvicinato. Florence potrebbe essere un eccellente bersaglio per le osservazioni fatte con i radar terrestri, che potrebbero mostrare le sue reali dimensioni, e cogliere anche dettagli della sua superficie. L'asteroide è stato scoperto nel marzo del 1981 da Schelte "Bobby" Bus all'osservatorio Siding Spring in Australia, ed è stato chiamato così in onore di Florence Nightingale, la fondatrice dell'infermieristica moderna.

Questo di settembre è il passaggio più ravvicinato dell'asteroide dal 1890 e lo rimarrà fino a dopo il 2500. Florence sarà ben visibile tra la fine di agosto e l'inizio di settembre anche ai piccoli telescopi, per diverse notti, quando attraverserà le costellazioni del Capricorno, Acquario, Delfino e Pesci australi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA