Occhi su Saturno per tutta l'estate

La manifestazione dedicata al pianeta degli anelli durerà da giugno a settembre

Redazione ANSA

Occhi e telescopi puntati sul pianeta degli anelli per tutta l'estate. La manifestazione 'Occhi su Saturno', giunta alla sesta edizione, quest'anno durerà da giugno a settembre, con oltre 100 eventi in tutta Italia tra serate di osservazione, conferenze e mostre.

L'iniziativa è promossa dall'Associazione Stellaria di Perinaldo (Imperia) quest'anno prevede eventi fino al 15 settembre, per celebrare anche la conclusione della missione Cassini, che sta esplorando il pianeta dal 2004. Come nelle precedenti edizioni è in programma, inoltre, una serata speciale, il 1 luglio, con eventi organizzati in contemporanea su tutta la penisola. ''Quest'anno abbiamo voluto 'allargare' la manifestazione per seguire la conclusione della missione Cassini e 'puntare gli occhi' anche sulla discesa della sonda nell'atmosfera del pianeta'' ha osservato l'ideatore dell'iniziativa Nicolò Conte, presidente dell'associazione Stellaria.

La manifestazione è nata 2012 per celebrare i 300 anni dalla scomparsa di Gian Domenico Cassini, il grande astronomo del '600 nato nel piccolo borgo ligure e grande osservatore di Saturno. L'astronomo scoprì ben 4 satelliti Giapeto, Rea, Teti e Dione e la divisione tra gli anelli che porta il suo nome. Per le sue scoperte, gli è stata dedicata la sonda nata dalla missione fra Nasa, Agenzia Spaziale Europea (Esa) e Agenzia Spaziale Italiana (Asi), che si avvia alla spettacolare conclusione dopo 13 anni di dati e immagini senza precedenti.

''Far scoprire al pubblico il pianeta che Gian Domenico Cassini ha tanto osservato e studiato, anche con eventi dedicati alla missione che porta il suo nome, ci sembra il miglior modo per ricordare questo grande astronomo'' ha detto Conte.

L'iniziativa ha il patrocinio dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf), Società Astronomica Italiana, Asi, Unione Astrofili Italiani (Uai) ed European Astrosky Network. L'organizzazione è curata dall'associazione in collaborazione con l'Istituto di Astrofisica e Planetologia Spaziali di Roma e il prezioso supporto di decine di osservatori, planetari e astrofili che hanno organizzato eventi in tutta la penisola. Tra questi l'evento in programma all'Osservatorio Astronomico di Roma, al parco Monluè di Milano e al Planetario di Palermo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA