Tutti a bordo della barca a pedali di Leonardo da Vinci

Permette di navigare lungo i Navigli con la realtà virtuale

Redazione ANSA

E' pronta a salpare (almeno nella realtà virtuale) la celebre barca a pedali di Leonardo da Vinci disegnata nel foglio 945r del Codice Atlantico: vero e proprio pedalò ante-litteram, è stata ricostruita fisicamente nelle sue parti essenziali in scala 1:1 per permettere ai visitatori di salire a bordo e navigare (grazie a un visore di realtà virtuale) lungo i Navigli di Milano così come apparivano all'epoca. Una nuova attrazione della mostra 'Leonardo3 - Il Mondo di Leonardo' in Piazza della Scala, che annuncia la proroga dell'apertura per tutto il 2019 e presenta il palinsesto di novità per le celebrazioni dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci.



"Il gesto della pedalata, anche se non circolare come nelle biciclette moderne ma alternata con un continuo movimento su e giù, richiama inevitabilmente all'idea di moderno pedalò, e quello di Leonardo, in quanto a prestazioni, non avrebbe avuto nulla da invidiare a quelli dei nostri giorni", spiegano i curatori della mostra all'ANSA. "Invece di usare solo la forza delle braccia, come in altri progetti, Leonardo comprese che le gambe potevano produrre molta più energia. Grazie a questo sistema propulsivo la barca risultava estremamente veloce: mentre un operatore (che oggi chiameremmo 'motorista') era impegnato nel muovere i pedali producendo il moto, un timoniere manovrava l'imbarcazione durante la navigazione. Allo stesso modo il pubblico può replicare questa esperienza, navigando virtualmente in una ricostruzione della Città ideale per la quale l'acqua era un elemento fondamentale".

Per celebrare il genio di Vinci, nel percorso espositivo verrà introdotta anche una postazione di realtà virtuale dedicata alla ricostruzione della Battaglia di Anghiari (che ad aprile verrà presentata anche a Firenze, nel salone dei 500 di Palazzo Vecchio) oltre ai modelli fisici perfettamente funzionanti dell'organo continuo disegnato nel Codice di Madrid e della Macchina volante CA176 del Codice Atlantico.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA