La 'mini-fabbrica' di organi in corsa per lo spazio

Produce i tessuti del ginocchio

Redazione ANSA

Sta nel palmo della mano la fabbrica di organi in miniatura ideata in Italia e in corsa per andare sulla Stazione Spaziale. Progettata dall'italiano Riccardo Gottardi della Fondazione Ri.Med, è stata realizzata nei laboratori dell'università americana di Pittsburgh, dove il ricercatore lavora grazie a una borsa di studio della Fondazione. La macchina ha l'obiettivo, in particolare, di produrre tessuti del ginocchio per la medicina rigenerativa e per testare farmaci contro l'osteoporosi.

Il sistema è stato realizzato nell'ambito di un bando del Centro per l'avanzamento delle scienze nello spazio (Casis), il laboratorio di riferimento degli Stati Uniti per l'attività scientifica sulla Stazione Spaziale. ''Dovremo testarlo ancora per un anno e mezzo sulla Terra, e poi seguiranno circa 2 anni di test per vedere se può volare'' ha detto Gottardi all'ANSA.

Sarà il Casis a finanziare la preparazione della macchina per l'invio nello spazio, adattandola per funzionare anche in assenza di gravità. La mini fabbrica, che tecnicamente si chiama bioreattore, sta sul palmo di una mano, e contiene 50 'pozzetti' che 'sfornano' tessuti e organoidi di ginocchio, ''a partire - ha spiegato il ricercatore - sia da tessuti umani, sia dalle staminali del midollo, che facciamo differenziare in cellule dei tessuti del ginocchio''. Gli organoidi sono degli abbozzi di organo, nei quali i tessuti sono organizzati come nel ginocchio umano.

Il bioreattore ricrea un ambiente fisiologico fatto di un insieme di ossa e tessuti vascolarizzati in cui si osserva, per esempio, come reagisce l'osso quando la cartilagine è danneggiata e viceversa. Questo permette sia di sperimentare farmaci sia produrre, in futuro, tessuti da impiantare nel ginocchio danneggiato. L'obiettivo è testare i farmaci anche nello spazio, dove i processi degenerativi subiscono una fortissima accelerazione ed effetti che sulla Terra richiederebbero anni, possono essere osservati in circa dieci giorni

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA