Trieste Città della Scienza, inizia il percorso verso Esof 2020

A Tolosa passaggio di consegne. Fantoni, "coinvolgiamo la gente"

Redazione ANSA TRIESTE

(ANSA) - Inizia il percorso di Trieste che la porterà a diventare città della scienza nel 2020. I responsabili organizzativi Stefano Fantoni e Anne Cambon-Thomsen hanno effettuato questo pomeriggio il passaggio di consegne tra Trieste e Tolosa come Capitali europee della Scienza, al termine di Esof 2018 nella città francese e in vista dell'appuntamento del 2020 nel capoluogo giuliano, che inizia oggi ufficialmente il biennio di avvicinamento Forum europeo dedicato alla scienza.

Nel corso dell'evento c'è stata anche la cerimonia con la nomina del nuovo presidente di Euroscience, Michael Matlosz, che subentra all'uscente Lauritz B. Holm-Nielsen. Fantoni nel suo intervento ha raccontato la sfida che attende il capoluogo giuliano, che dovrà essere collante con l'Est Europa. "Dobbiamo - ha aggiunto - coinvolgere la gente e le persone per raccontare quello che facciamo rimarcando la necessità di far crescere ulteriormente Esof".

"Rivolgeremo un'attenzione particolare" ai paesi dell'Est "anche perché su di essi, negli ultimi anni, stanno convergendo diversi interessi dal resto dell'Europa", ha spiegato Fantoni: "un altro obiettivo riguarda la scienza e gli scienziati.

Dobbiamo ridefinire il ruolo dei ricercatori e delle ricercatrici nella società, stabilire un dialogo sempre più intenso tra scienza e impresa, guardando a un futuro sempre più sostenibile e sempre più inclusivo, anche perché la scienza è fatta di condivisione dei saperi, di incontro, di partecipazione a progetti comuni".

Sono lo scrittore Paolo Giordano, l'archistar Massimiliano Fuksas e l'astrofisica Marica Branchesi, la ricercatrice nominata nel 2018 tra le 100 personalità più influenti del mondo dalla rivista Time, i testimonial di Euro science open forum-Esof 2020.(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA