Boom di proposte per Horizon 2020

Pronta la valutazione intermedia

Redazione ANSA

Boom di proposte per Horizon 2020, il più grande programma di ricerca mai varato dall'Unione Europea: la risposta di ricercatori e' stata tale che per soddisfare tutte le domande degne di finanziamento sarebbero stati necessari altri 60 miliardi di euro. E' quanto emerge dalla valutazione intermedia delle proposte pubblicata dalla Commissione Europea e condotta attraverso esperti indipendenti, analisi interne e una consultazione pubblica.

''La valutazione intermedia di Horizon 2020 e le risposte avute confermano che un programma comunitario di ricerca e innovazione e' un bene prezioso per l'Europa perché alimenta la crescita economica, crea posti di lavoro e affronta le sfide sociali del nostro tempo'', ha rilevato il commissario europeo per la Ricerca, la Scienza e l'Innovazione, Carlos Moedas. Tuttavia, ha aggiunto, ''possiamo sempre fare di meglio e utilizzeremo le lezioni apprese per rendere ancora piu' efficaci gli ultimi tre anni di Horizon 2020 e progettare il programma successore''.

Tra i primi 11.000 progetti finanziati finora, meno del 10% e' gia' stato completato (e il loro bilancio e' inferiore allo 0,6% del budget impegnato), quindi e' troppo presto per parlare dell'impatto finale di Horizon 2020. Tuttavia, la valutazione indica che il programma sta gia' dimostrando che e' ''sulla strada giusta per creare posti di lavoro e crescita, affrontare le grandi sfide sociali e migliorare la vita delle persone''. Tra le ricerche finanziate infatti, vi sono vaccini contro Ebola, il progetto per rendere meno inquinanti e piu' silenziosi gli aerei e quello per produrre bioetanolo dalle emissioni prodotte durante la produzione dell'acciaio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA