Il pomodoro nero,che innovazione!

di Federica Sacco, 13 anni, Pisa

Redazione ANSA

Al laboratorio “PlantLab” dell’istituto San’Anna di Pisa si effettuano ricerche sulla fisiologia e la biologia vegetale delle piante. Nell’ intervista alla ricercatrice Silvia Gonzali abbiamo approfondito e svelato tutte le curiosità sul “pomodoro nero”.

Forse in pochi sanno che in origine il noto pomodoro è di colore giallo e non rosso come si pensa... Dunque, l’obiettivo dei ricercatori dell’istituto Sant’Anna e quello di creare un vegetale in grado di sostituire addirittura alcuni medicinali, si ipotizzano infatti delle iniezioni di piccole quantità di iodio, selenio e ferro (Biofortificazione).

Ma cosa conferisce al pomodoro questo colorore violaceo? Grazie a delle sostanze chiamate “Antociani” possiamo donare ai pomodori questa colorazione tendente al viola: dopotutto non si tratta altro che della colorazione rossastra del vino. Attenzione, però, non parliamo di OGM! La pianta non verrà modificata, ma le verranno esculsivamente donate alcune qualità per renderla migliore. Questa ricerca è iniziata nel 2008-2009 e si concluderà ben presto; in seguito potremmo trovare i pomodori neri sui mercati locali e gustare finalmente questa grande creazione!

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA