Riscaldamento a foglia

di Paola, 11 anni, di Palermo - Giornalisti nell'erba

Redazione ANSA

Questa eco-invenzione è stata definita da alcuni studiosi "Il Santo Graal della Scienza''. Si tratta di una foglia artificiale che riuscirebbe, senza nessun altro aiuto, a riscaldare un intero appartamento. E' stata progettata e creata da un gruppo di ricerca del Massachusetts, in particolare dal professore Daniel Nocera.

Questa foglia, grande quanto una carta da gioco, riesce a riscaldare la casa grazie alla riproduzione della fotosintesi clorofilliana trasformando la luce e l'acqua in energia. La differenza è che la fotosintesi della foglia artificiale è maggiore 10 volte rispetto alla fotosintesi naturale.

Circa dieci anni fa John Turner, ricercatore dell’U.S. National Renewable Energy Laboratory’, aveva creato il primo prototipo di foglia artificiale, ma il suo costo era troppo elevato e l’energia prodotta era scarsa. Gli studiosi affermano che solo con 4 litri di acqua, in un Paese in via di sviluppo, si potrebbe riscaldare un intero appartamento.

Negli ultimi esperimenti scientifici è stato affermato che la foglia artificiale può funzionare di continuo per 45 ore senza fermarsi. Questa eco invenzione è già pronta per essere commercializzata. La Tata, il gigante automobilistico indiano, ha già firmato un accordo con i ricercatori del Mit per costruire nei prossimi 18 mesi una piccola centrale elettrica grande quanto una cella frigorifera. Paola Gagliardo Briuccia, 11 anni, Palermo

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA