Il dinosauro dal sorriso 'tagliente'

I suoi denti mordevano come forbici

Redazione ANSA

Lunghi ben 6 centimetri, affilati e seghettati, funzionavano come le lame di una cesoia i denti di una nuova specie di dinosauro vissuta tra 84 e 72 milioni di anni fa e scoperta in Francia. Appartengono al Matheronodon provincialis, un gigante erbivoro dal sorriso 'tagliente' . Le sue caratteristiche sono descritte sulla rivista Scientific Reports dal gruppo dell'Istituto Reale di Scienze naturali di Bruxelles guidato da Pascal Godefroit.

Trovato a Velaux-La Bastide Neuve, il dinosauro era bipede e apparteneva alla famiglia dei rabdodontidi. La sua particolarità stava appunto nei denti, insolitamente grandi, affilati in grado di tagliare 'come delle forbici'. Esaminando in dettaglio la loro microstruttura, i ricercatori hanno visto che lungo la parte più spessa a smaltata della corona dentale, c'erano delle creste, che formavano delle lame seghettate, la cui azione doveva essere simile a quella delle cesoie.

L'ipotesi dei paleontologi è che l'apparato dentale e masticatorio di questo dinosauro erbivoro sia diventato così, perchè 'costretto' a tagliare in modo duro e potente. Dei denti così grandi erano infatti lo strumento migliore per fratturare in più pezzi i cibi più duri, come quelli di cui si nutriva questo gigante preistorico, che si era adattato a mangiare piante come le Sabaliti, molto resistenti e rigide perchè ricche di sclerenchima, un tessuto vegetale che dà una consistenza simile a quella del legno.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA