Particelle elementari

Redazione ANSA

Le particelle elementari sono le 'cose' piu' piccole che esistono. Tutta la materia che ci circonda e della quale siamo fatti è costituita da cose più piccole, spesso invisibili. Per esempio, un sasso, come anche l'acqua o l'aria, sono fatti da un insieme di molecole, che a loro volta sono insiemi di atomi, che a loro volta sono formati da elettroni, protoni e neutroni, che a loro volta sono formati dall particelle chiamate quark.
Le particelle sono i mattoni più piccoli con cui sono costruite tutte le cose. Le particelle non sono tutte uguali: il mondo infinitamente piccolo è una specie di giungla popolata da particelle diverse tra loro e dai nomi stranissimi. I quark sono probabilmente i più famosi, poi ci sono i neutrini (che ogni istante ci attraversano senza che ce ne accorgiamo), i fotoni (che sono le particelle che compongono la luce) altre dagli strani nomi, come tauoni, muoni o il bosone di Higgs.
La loro esistenza è prevista dalle teorie della fisica, ma per riuscire a trovarle servono gigantesche macchine chiamate acceleratori, nelle quali fasci di particelle scorrono velocissini scontrandosi con fasci di particelle che corrono nel senso opposto. Gli scontri avvengono con un'energia così forte da dare origine a nuove particelle.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA