DeltaSat, una sonda per esplorare la stratosfera

Il progetto di tre giovanissimi in mostra alla Maker Faire

Redazione ANSA ROMA

Una sonda capace di raggiungere ed esplorare la stratosfera, e di trasmettere immagini e dati in tempo reale, per poi ritornare a terra integra per essere riutilizzata: è l'ambizioso progetto messo a punto da tre giovanissimi italiani, che lo presenteranno all'edizione europea della Maker Faire in programma dall'1 al 3 dicembre a Roma.

Il progetto DeltaSat è improntato all'esplorazione della stratosfera grazie a una sonda che, essendo agganciata a un pallone aerostatico, è in grado di raggiungere un'altitudine di circa 35 chilometri.

La prima peculiarità della sonda è la trasmissione in tempo reale di dati dei sensori e immagini alla base di controllo a terra, la quale permette la "connessione della stratosfera" al mondo dell'IoT. La seconda è il sistema di autoritorno: la sonda, arrivata alla quota stabilita, sgancia il pallone diventando un vero e proprio aereomobile, quindi orientandosi con il Gps traccia una rotta di ritorno. In questo modo può essere recuperata alla fine di ogni missione senza danni, per poi essere riutilizzata.

L'idea di DeltaSat è di tre giovani: Ludovico Gabrielli e Federica Piccardi, 19 anni, neodiplomati all'istituto tecnico informatico e ora iscritti alla facoltà di Ingegneria informatica, e Stefano Di pasquale, 21 anni, iscritto alla facoltà di Informatica.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA