Al Cern la misura più precisa della massa del bosone 'obeso'

Scoperto 35 anni fa, è tra particelle più pesanti dell'universo

Redazione ANSA

Ottenuta al Cern di Ginevra la misura più precisa della massa del bosone W, tra le particelle più pesanti dell'universo. Il risultato arriva a 35 anni dalla sua scoperta da premio Nobel, ed è pubblicato sulla rivista European Physical Journal C dalla collaborazione Atlas: in linea con quanto previsto dalla teoria di riferimento della fisica, il Modello Standard, ci fornirà 'occhiali' ancora più accurati per cercare tracce della nuova fisica.

La misura della massa del bosone W si basa su 14 milioni di bosoni W registrati nel 2011, quando l'acceleratore Lhc operava ancora ad un'energia di 7.000 miliardi di elettronvolt (TeV). Il risultato è coerente con le misure fatte negli anni dall'antenato di Lhc, il Large Electron-Positron Collider (Lep), e dal Tevatron, l'acceleratore del Fermi National Accelerator Laboratory negli Usa, chiuso nel 2011.

L’acceleratore Lhc del Cern di Ginevra (fonte: CERN)

 Aver raggiunto una tale precisione con un solo anno di dati raccolti nella prima fase operativa di Lhc, "è una cosa davvero eccezionale", commenta il coordinatore di Atlas, Tancredi Carli. La misura della massa del bosone W è considerata come una delle sfide più difficili nella fisica delle particelle, a causa dei particolari segni prodotti dal decadimento della particella, che è tra i responsabili delle interazioni nucleari deboli.

Il traguardo raggiunto è ancora più importante dal momento che il bosone W è uno degli 'ingredienti' principali che formano l'equazione che predice la massa del più famoso bosone di Higgs, grazie al quale tutte le altre particelle possono avere una massa.

Prima della scoperta del bosone di Higgs, avvenuta al Cern nel 2012 e premiata con il Nobel, la sua massa poteva essere soltanto calcolata in base alle misure ottenute sul bosone W e il quark. Raffinare ulteriormente la misura della massa del bosone W permetterà dunque di scoprire se ci sono ancora altre incognite in questa equazione che possono influenzare la massa del bosone di Higgs.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA