Avio Aero

Redazione ANSA

Avio Aero è un business di GE Aviation che opera nella progettazione, produzione e manutenzione di componenti e sistemi per l’aeronautica civile e militare. Centro di eccellenza per tutto il gruppo General Electric nel campo delle trasmissioni meccaniche e delle turbine di bassa pressione, ha la sua sede principale in Italia e importanti stabilimenti a Torino, Pomigliano d’Arco (Napoli) e Brindisi.

Nel mondo conta più di 4700 dipendenti (di cui circa 4000 in Italia) e impianti produttivi in Polonia, Brasile e Cina.
Le origini di Avio Aero risalgono al 1908 e da oltre un secolo l’azienda è protagonista di numerose sfide tecnologiche. Attraverso continui investimenti in ricerca e sviluppo e grazie a una consolidata rete di relazioni con le principali università e centri di ricerca internazionali, Avio Aero ha sviluppato un’eccellenza tecnologica e manifatturiera riconosciuta a livello globale: un traguardo testimoniato dalle partnership siglate con i principali operatori mondiali del settore aeronautico.

Principali Prodotti e Attività


- moduli e componenti per sistemi propulsivi di aerei ed elicotteri civili e militari. Avio Aero, motorista italiano di riferimento, è un attore di primaria importanza nelle trasmissioni meccaniche e le turbine di bassa pressione;
- motori aeroderivati per applicazioni navali, industriali e per la produzione di energia elettrica;
- sistemi di controllo, automazione e sistemi elettrici per i settori aeronautico, navale, energia e difesa;
- manutenzione, riparazioni e servizi (MRO e CRO) per motori aeronautici civili, militari e aeroderivati.

Motori Civili

Nel corso di oltre un secolo di storia, Avio Aero ha sviluppato un ruolo di primo piano come sottosistemista e componentista, partecipando ai maggiori programmi aeronautici internazionali, in collaborazione con i principali motoristi mondiali tra cui Pratt & Whitney, Rolls- Royce e Safran, che allo stesso tempo ne costituiscono anche alcuni tra i maggiori clienti. Avio Aero è presente con i propri prodotti sui principali velivoli: dai business jet al trasporto regionale sino ai motori per velivoli a medio e lungo raggio dei principali costruttori mondiali. L’azienda opera nella progettazione, nello sviluppo e realizzazione di trasmissioni meccaniche e di potenza, turbine di bassa pressione e combustori che, grazie alla comprovata affidabilità, sono installati sui motoridei principali velivoli che operano in tutto il mondo come, ad esempio, i Boeing 777 e 787 Dreamliner o gli Airbus 380 e 320neo.

Energy and Industrial

Nel campo delle turbine aeroderivate, Avio Aero opera nei principali programmi legati alla generazione di potenza per la produzione di energia elettrica, per applicazioni industriali e per la propulsione marina, occupandosi di progettazione, sviluppo e produzione delle trasmissioni meccaniche e di parte delle turbine di bassa pressione.

Difesa

Nel settore delle applicazioni per la difesa, Avio Aero ricopre due ruoli distinti: progetta e costruisce componenti per motori aeronautici ed è motorista di riferimento delle Forze Armate Italiane per le quali assembla e prova un’ampia gamma di motori.

Servizi di MRO e CRO

Avio Aero fornisce servizi di manutenzione, revisione e riparazione di moduli, componenti e interi motori militari. Nel campo dei motori civili, invece, offre servizi di revisione e riparazione di componenti di propria progettazione e costruzione.

Ricerca e Sviluppo

Avio Aero investe da sempre grandi risorse nella ricerca, sviluppo e innovazione di prodotti e processi, anche in collaborazione con istituzioni nazionali quali il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e gli organismi di sviluppo e supporto alla ricerca regionale. Le attività di ricerca si svolgono in particolare in Piemonte, Campania, Lazio e Puglia, dove il Gruppo è presente con i propri stabilimenti. Ulteriori rapporti di collaborazione finalizzati alla ricerca sono attivi su tutto il territorio nazionale e all’estero.

Dalle Origini a Oggi


1908 Le attività iniziano con lo sviluppo e produzione del primo propulsore aeronautico - SA 8/75 - derivato da un motore per auto da competizione.

1915 A partire dalla Prima Guerra Mondiale, vengono progettati e prodotti velivoli completi.

1972 Viene ceduta l’attività velivolistica ad Aeritalia (Finmeccanica) e le attività si focalizzano sulla realizzazione di motori aeronautici.

1996 La Società acquista Alfa Romeo Avio di Pomigliano d’Arco (Na) da Finmeccanica, facendo il proprio ingresso nel segmento delle revisioni civili.

2001 Con la creazione di AvioPolska (a Bielsko-Biala in Polonia) inizia il processo di internazionalizzazione del Gruppo.

2003 La Società esce dal Gruppo Fiat e acquisisce la denominazione Avio, diventando un attore indipendente nel settore aerospaziale mondiale.

2005 In seguito all’acquisizione delle attività di Philips Aerospace, nasce DutchAero che si occupa di produzione di componenti per motori aeronautici. Negli anni successivi, il Gruppo avvia anche in Paesi Bassi un centro per le attività di revisione di motori aeronautici militari.

2010 Avio punta sui mercati emergenti e getta le basi per la costituzione di due joint venture in Cina: una per lo sviluppo e la produzioni di combustori, l’altra dedicata alle trasmissioni di potenza per elicotteri, entrambe destinate al mercato aeronautico cinese.

2011 Avio, che dal 2008 è responsabile della revisione e del supporto logistico degli Spey dei velivoli AM-X dell’aeronautica militare brasiliana, consolida la sua presenza nel Paese con l’acquisizione di Focal Aviation, attiva nella manutenzione, riparazione e revisione di motori aeronautici militari.

2012 Nel primo semestre del 2012 vengono inoltre siglati due importanti accordi di collaborazione nel settore dei motori aeronautici: con Pratt & Whitney per la produzione del PurePower® PW1100G – JM e con Snecma (Gruppo Safran) per il motore Leap.
A dicembre General Electric annuncia la firma di un accordo per l’acquisizione del business aeronautico di Avio.

2013 Il 1° agosto General Electric completa l’acquisizione del business aeronautico di Avio S.p.A. che prende il nome di Avio Aero. Il prezzo di acquisto ammonta a 4,3 miliardi di dollari (pari a circa € 3,3 miliardi di Euro).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA