La missione Vita in dirittura d'arrivo

Il 14 dicembre il rientro a Terra

Redazione ANSA

Manca un mese esatto al ritorno a Terra di Paolo Nespoli, a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (Iss) dal 28 luglio 2017 per la missione Vita, dell'Agenzia Spaziale Italiana (Asi). Il conto alla rovescia per rientro a Terra è cominciato e la tabella di marcia è stata pienamente rispettata.

Degli 11 esperimenti previsti, l'astronauta dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa) ne ha completati 7, l'ultimo dei quali è Perseo, una speciale giacca piena di acqua per proteggere gli astronauti dalle raggi cosmici nei futuri viaggi verso la Luna e Marte. Conclusi anche i quattro esperimenti di fisiologia umana (Corm, Nanoros, Serism e Myogravity) e l'esperimento Arte, teso a verificare l'efficienza dei sistemi di scambio termico a bordo della Stazione. In porto anche il test ISSpresso, basato sulla la macchina per il caffè 'spaziale' che, oltre a far gustare all'equipaggio il caffè italiano preparato da Nespoli, ha permesso di studiare il comportamento dei fluidi in condizioni di pressione e temperature elevate. In dirittura d'arrivo gli esperimenti In situ, che misura le spie biologiche dello stress, e il programma di allenamento personalizzato Orthostatic Tolerance.



La missione Vita è la terza di lunga durata dell'Asi, dopo quelle affrontate nel 2013 da Luca Parmitano e nel 2014 da Samantha Cristoforetti. Al suo terzo soggiorno sulla Stazione Spaziale, Nespoli ad oggi ha al suo attivo 4.500 orbite e 280 giorni trascorsi fuori dall'atmosfera terrestre, diventando l'astronauta italiano con più esperienza extraterrestre. Come membro dell'Expedition 52/53, è stato regista delle tre passeggiate spaziali avvenute in ottobre, e detiene il primato europeo di astronauta europeo meno giovane ad essere andato in orbita; nel mondo è il terzo dopo gli americani John Glenn e Story Musgrave.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA