AstroLuca sveglia il robot Honey, assistente degli astronauti

Fa parte di una famiglia pensata per le future missioni su Luna e Marte

Redazione ANSA

AstroLuca ha svegliato Honey, il secondo di una famiglia di tre robot gemelli chiamata Astrobee, progettata per assistere gli astronauti nei loro compiti, progettati soprattutto in vista delle future missioni su Luna e Marte. Dopo che l'astronauta dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa) Luca Parmitano ha disimballato e ispezionato Honey, ha posizionato il robot sulla stazione di ricarica e Honey si è svegliato accanto al suo gemello Bumble. Honey e Bumble sono identici in tutto tranne che nel colore: Bumble è blu e Honey è giallo.

Poiché i loro sistemi sono uguali, Honey può trarre vantaggio dal lavoro svolto da Bumble nell'aprile 2019, quando l'equipaggio della Stazione Spaziale e il gruppo di Astrobee del centro di ricerca Ames della Nasa lo avevano usato per ottenere la mappa del modulo-laboratorio giapponese Kibo. I robot hanno bisogno di una mappa per navigare e gli esercizi di mappatura hanno permesso a Bumble di entrare in azione durante l'estate e di trasmettere la mappa a Honey, che adesso dovrà affrontare un periodo di test. Quindi sarà la volta del terzo robot, chiamato Queen, arrivato sulla Stazione Spaziale in luglio. 

I robot come Astrobee, sottolinea la Nasa, sono destinati a svolgere un ruolo significativo nel programma Artemis della Nasa, che intende riportare l'uomo sulla Luna entro il 2024, e di altre missioni nello spazio profondo, aiutando gli astronauti nelle loro attività e custodendo i veicoli spaziali quando l'equipaggio non è a bordo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA