L'appello di AstroLuca per il clima, agire prima che sia tardi

Pubblica una foto dell'Amazzonia: "il nostro mondo bruciato vivo"

Redazione ANSA

In una settimana ricca di appuntamenti sul clima, tra il summit Onu a New York e lo sciopero organizzato per venerdì in Italia, l'astronauta Luca Parmitano torna a parlare dalla Stazione Spaziale Internazionale (Iss), rivolgendo un messaggio ai leader politici per agire ora e limitare gli effetti dell'impatto umano sul clima, prima che sia troppo tardi. 

"Recentemente un bambino mi ha chiesto quale pianeta mi piacerebbe esplorare come astronauta. Da qui - dice l'astronauta dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa) in un video pubblicato su Twitter - la risposta è più chiara che mai: non c'è nessun posto come casa. Il nostro pianeta Terra è una continua fonte di meraviglia per gli astronauti della Stazione Spaziale Internazionale".


(fonte: ESA)


Ogni volta che guardano la Terra dalla grande finestra panoramica della Stazione Spaziale, dalla cupola, gli astronauti della Stazione Spaziale hanno "una nuova e incredibile vista - prosegue AstroLuca - che ci ricorda quanto prezioso e fragile sia il nostro pianeta, dagli atolli delle Maldive che stanno scomparendo ai ghiacciai artici che si stanno restringendo, le foreste che bruciano e le ondate di calore che hanno colpito l'Europa quest'estate".

L'impatto umano, sottolinea Parmitano, è "visibile e tangibile" e se si non adottano insieme "azioni coordinate ora, per ridurre le emissioni di anidride carbonica e fermare, se non annullare il riscaldamento globale, perderemo molto molto di più". L'accordo di Parigi e il lavoro dei leader al summit Onu di New York sul clima sono importanti, "ma trasformare le parole in azioni vere per limitare il cambiamento climatico e il riscaldamento globale sarà vitale - prosegue - La gara è partita, ma è una corsa contro il tempo, e noi dobbiamo vincere. E' il momento di agire ora. Il pianeta Terra non ci appartiene, ma il futuro è nelle nostre mani". E per rimarcare il suo messaggio, pubblica due nuove foto degli incendi in Amazzonia, scrivendo: "Il nostro mondo bruciato vivo. Insieme al nostro futuro".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA