I programmi per rispondere alle sfide globali

Redazione ANSA

L'Europa necessita di una politica spaziale efficace che consenta all'Ue di assumere un ruolo leader in determinate aree strategiche a livello internazionale. Il settore spaziale può fornire i mezzi per affrontare molte delle sfide globali che si pongono di fronte alla società del ventunesimo secolo: sfide verso le quali l'Europa deve assumere un ruolo di guida.


I sistemi spaziali e le tecnologie basate sullo spazio sono un elemento importante della vita di tutti i giorni per le aziende e i cittadini europei. Dalle telecomunicazioni alla televisione, dalle previsioni meteorologiche ai sistemi finanziari globali, gran parte dei servizi chiave che ognuno di noi considera come scontati nel mondo moderno dipendono, per un corretto funzionamento, dallo spazio.
Le attività di ricerca e sviluppo sono coordinate nell'ambito della Politica spaziale europea generale e si sommano agli sforzi dei paesi membri e di altri attori chiave, inclusa l'Agenzia spaziale europea (Esa).


In futuro lo spazio assumerà un ruolo ancora più importante e offrirà nuove opportunità per le aziende, nonché servizi per i cittadini. Un miglior posizionamento e sistemi tempestivi uniti a un monitoraggio ambientale globale daranno la possibilità a società innovative di svilupparsi offrendo nuovi servizi. Lo spazio è importante anche in termini di ambiente, sicurezza e questioni relative al cambiamento climatico.


L'Europa è sede di una fiorente industria aerospaziale ad alta tecnologia che soddisfa una buona parte della domanda mondiale di servizi, lanci e prodotti satellitari. L'industria europea si è rivelata altamente competitiva in un mercato difficile.
I sistemi spaziali sono indubbiamente attività strategiche che dimostrano indipendenza e capacità di assumersi responsabilità globali. Per massimizzare i vantaggi e le opportunità che questi sistemi possono fornire all'Europa al momento attuale e in futuro, è importane possedere una strategia attiva e coordinata e una Politica spaziale europea ad ampio raggio.

Galileo, il sistema di navigazione satellitare dell'UE, è uno dei perni di questa politica. In breve, ecco alcuni dei suoi principali aspetti.


- Maggiore accuratezza: Galileo offre tre segnali con servizio aperto (Open Service signals), ciascuno dei quali fornisce più informazioni e in bande più larghe rispetto all'attuale segnale civile unico a banda stretta del GPS. Questo permette maggiore accuratezza e una migliore localizzazione del segnale, da cui risulta una migliore navigazione per gli utenti finali.


- Promuovere servizi innovativi: la diversità dei segnali aperti di Galileo permetterà innovazioni ancora maggiori per quanto riguarda ricevitori e applicazioni di navigazione: telefoni cellulari, strumenti di navigazione e ricevitori di altissima precisione, strumenti per la navigazione indipendente, assistita o ibrida, per uso fisso o uso ad alta velocità in tempo reale. Galileo darà impulso allo sviluppo dei servizi di navigazione satellitare.

- Disponibilità dei segnali: l'utilizzo combinato di GPS e Galileo (rispetto al solo sistema GPS), grazie al maggior numero di satelliti, migliorerà la disponibilità del segnale in città con edifici molto alti e nelle regioni di montagna, dove gli immobili o i rilievi possono ostacolare i segnali provenienti da satelliti più bassi.


- Alta precisione: Galileo offre inoltre un segnale di servizio commerciale (Commercial Service signal) che consentirà di realizzare applicazioni innovative e di alta gamma basate su un'accuratezza di pochi centimetri.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA