Seconda edizione delle borse Amazon per le donne e l’innovazione

Premiate tre giovani promesse nelle discipline scientifiche e tecniche

Redazione ANSA

Un programma di borse di studio per le donne e l’innovazione: al via la seconda edizione di ‘Amazon Women in Innovation’, nato “per sostenere l’innovazione e le giovani donne meno avvantaggiate nelle cosiddette discipline Stem (Scienze, Tecnologia, Ingegneria e Matematica)”.


Rania Zaed, del Politecnico di Milano (fonte: Amazon)

 

Il progetto fa parte del programma ‘Amazon in the Community’, che vuole aiutare i giovani ad avere successo nell’economia digitale. Nato in collaborazione con il Politecnico di Milano e il Politecnico di Torino, ai quali quest’anno si è aggiunta anche l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, prevede l’assegnazione di borse di studio a tre studentesse per l’anno accademico 2019/2020. Saranno premiate insieme alle giovani donne di talento selezionate lo scorso anno, che sono state confermate come destinatarie della borsa di studio grazie ai brillanti risultati raggiunti.



Le tre studentesse, una per ognuno degli atenei coinvolti, riceveranno un finanziamento di 6.000 euro all’anno, per tre anni. “Con queste borse di studio - ha spiegato, Mariangela Marseglia, una delle responsabili Amazon in Italia e -Spagna - stiamo cercando di fare la differenza per molte giovani donne che un giorno diventeranno leader nell’innovazione”.

Per il rettore dell’Università di Roma Tor Vergata, il genetista Giuseppe Novelli, “in Italia la percentuale di donne che occupano posizioni tecnico-scientifiche è tra le più basse dei Paesi Ocse: il 31,7% contro il 68,9% di uomini. Secondo stime recenti, inoltre - ha aggiunto lo studioso - solo il 5% delle 15enni italiane aspira a intraprendere professioni tecniche o scientifiche. Ma il nostro Paese offre anche moltissimi esempi di donne e scienziate che hanno saputo offrire contributi straordinari in questo settore. Vogliamo, quindi, contribuire - ha concluso Novelli - a invertire le tendenze negative, e scovare, coltivare e valorizzare i talenti ovunque essi siano”

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA