Fumo, si può ridurre l'abitudine con avvisi sulle singole sigarette

Studio scozzese, può scoraggiare il vizio nei giovani

Redazione ANSA ROMA

- "Il fumo uccide". Stampare questo o altri avvertimenti sui danni per la salute sulle singole sigarette potrebbe svolgere un ruolo chiave nel ridurre l'abitudine al fumo. Lo rileva una ricerca dell'Università di Stirling, in Scozia, pubblicata sulla rivista Addiction Research and Theory. Gli studiosi hanno esaminato le percezioni dei fumatori rispetto al fatto che questi avvertimenti fossero stampati su ogni singola sigaretta (una possibilità peraltro prevista dal piano d'azione per il controllo del tabacco del governo scozzese) piuttosto che solo sul pacchetto, scoprendo che secondo i fumatori il primo approccio, innovativo, può avere il potenziale per scoraggiare il fumo in particolare tra i giovani, in coloro che iniziano a fumare e nei non fumatori. Per la ricerca è stata raccolta l'opinione di 120 fumatori, di età pari o superiore a 16 anni, in 20 focus group tenuti a Edimburgo e Glasgow nel 2015. All'interno di ciascun gruppo, i partecipanti hanno spiegato di ritenere che le avvertenze sulle singole sigarette avrebbero potenzialmente avuto un impatto su se stessi o sugli altri. "Il consenso - spiega Crawford Moodie, che ha guidato la ricerca - è stato sul fatto che le singole sigarette impreziosite da avvertimenti sarebbero scoraggianti per i giovani, coloro che iniziano a fumare e i non fumatori". I partecipanti si sono detti convinti che un avvertimento su ciascuna sigaretta servirebbe a prolungare il messaggio, in quanto sarebbe visibile sul pacchetto, quando è accesa o anche lasciata sul posacenere, rendendo così più difficile 'sfuggire' al leggerlo.(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA