Sms-spot su risarcimenti per malasanità, medici chiedono stop

Federazione scrive a gestore telefonico. "Governo intervenga"

Redazione ANSA ROMA

L'ultima provocazione arriva via sms. Da due giorni anche ai camici bianchi ospedalieri abbonati ad alcuni gestori telefonici è capitato di ricevere, attraverso sms o Whatsapp, la pubblicità di studi legali su risarcimenti per casi di malasanità, con valutazioni 'senza costi'. Sui messaggi compare il nome di SportelloLegaleSanità che invita a telefonare ad un numero verde.

La denuncia arriva da Alessandro Garau, segretario nazionale del sindacato CoAS Medici Dirigenti: "Come se non bastassero i quotidiani disagi lavorativi dei medici, ora si aggiunge la pubblicità a basso costo dei gestori telefonici a favore di studi legali e contro i camici bianchi" dice Garau. "Questo è il segno di un grave malessere della società - aggiunge - due categorie di professionisti che si armano l'una contro l'altra".

Immediata anche la reazione della Federazione nazionale degli Ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri (Fnomceo), che ha scritto una lettera alla a Wind-Tre chiedendo l'immediata interruzione della campagna. E l'intervento del governo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: