Vaccini: madre contraria, padre ricorre e tribunale impone

Coppia separata, giudici Forlì accolgono le ragioni del genitore

Redazione ANSA BOLOGNA

(ANSA) - BOLOGNA, 18 APR - La madre era contraria a vaccinare il figlio, ma il padre ha fatto ricorso e i giudici gli hanno dato ragione. Il tribunale civile di Forlì ha imposto ai genitori di un bambino di quattro anni, già separati, l'obbligo di esecuzione di tutte le vaccinazioni obbligatorie e i richiami. Lo racconta il Resto del Carlino e la notizia è confermata all'ANSA dall'avvocato Robert Mautoni, che assiste il padre del bimbo.
    All'inizio la coppia, che ha l'affidamento condiviso, si era accordata per non vaccinare il figlio, almeno fino ai due anni.
    Poi però il padre ha deciso di far vaccinare il figlio e, di fronte al rifiuto dell'ex moglie, prima ha tentato una mediazione, poi ha fatto ricorso. Il tribunale collegiale ha accolto le sue ragioni, imponendo l'obbligo e affidando al padre la gestione della questione. Al bambino è già stata somministrata almeno una vaccinazione. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA