Tra carenze e quota 100, mancano all'appello 75 mila infermieri

Fnopi incontra sottosegretario alla Salute Bartolazzi

Redazione ANSA ROMA

 In Italia servono 53mila infermieri e almeno altri 22mila potrebbero essere quelli che andranno in pensione a causa della 'Quota 100'. Una carenza che potrebbe avere effetti sull'accesso alle cure e sull'assistenza. Questo è quanto ha sottolineato al sottosegretario alla Salute Armando Bartolazzi la Federazione nazionale degli ordini degli infermieri (Fnopi) nel corso di un incontro avuto oggi a Roma. Tra gli argomenti che la Federazione ha messo sul tavolo del sottosegretario anche il problema della stabilizzazione degli infermieri delle cooperative e con lavoro interinale. Sul territorio, ha spiegato Bartolazzi, il primo tassello sarà la valorizzazione dell'infermiere di famiglia che verrà affrontata a partire dal nuovo Patto per la salute. 

In Italia servono 53mila infermieri e almeno altri 22mila potrebbero essere quelli che andranno in pensione a causa della 'Quota 100'. Una carenza che potrebbe avere effetti sull'accesso alle cure e sull'assistenza. Questo è quanto ha sottolineato al sottosegretario alla Salute Armando Bartolazzi la Federazione nazionale degli ordini degli infermieri (Fnopi) nel corso di un incontro avuto oggi a Roma. Tra gli argomenti che la Federazione ha messo sul tavolo del sottosegretario anche il problema della stabilizzazione degli infermieri delle cooperative e con lavoro interinale. Sul territorio, ha spiegato Bartolazzi, il primo tassello sarà la valorizzazione dell'infermiere di famiglia che verrà affrontata a partire dal nuovo Patto per la salute.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA