Salta il volo per il bambino calabrese malato. Ministro, "apprensione"

Moise ha avuto uno shock settico

Redazione ANSA ROMA

- E' saltato il trasferimento dal policlinico di Messina all'ospedale di Cagliari di Moise, il bambino di due anni e mezzo nato a Polistena ed affetto da una patologia che lo costringe al ricovero da quando è nato. Lo rende noto il garante per l'Infanzia e l'adolescenza della Regione Calabria Antonio Marziale che da giorni si batte per riuscire a fare trasferire il piccolo. "Era tutto predisposto, fino a ieri nel tardo pomeriggio - afferma Marziale - affinché dall'aeroporto di Catania un'aeroambulanza privata partisse alla volta di Cagliari per consegnare Moise all'ospedale del capoluogo sardo e, nei prossimi giorni, farlo giungere alla famiglia-comunità cui è stato dato in affido. Purtroppo, non è andata così". "Nelle ultime ore - spiega Marziale - è sopraggiunto uno shock settico e il Policlinico di Messina autorizzava la 'trasferibilità' del bambino, ma non la 'dimissibilitá', per cui il tutto è stato annullato". "Il Tribunale per i Minorenni di Reggio Calabria - afferma il garante - l'ha dato in affido a due coniugi cagliaritani della Comunità 'Papa Giovanni XXIII' in quanto la famiglia biologica versa in serie difficoltà socio-economiche. L'ultimo provvedimento dei magistrati risale al dicembre del 2017, ma per una serie di incomprensibili quanto inaccettabili cavilli, il piccolo è ancora in ospedale. La storia di Moise è, al netto delle constatazioni medico-diagnostiche, da considerarsi uno scandalo per i colpevoli ritardi che andranno certamente appurati dalle istituzioni competenti. Il bambino è gravemente malato, il trasferimento in famiglia affidataria è volto ad agevolare stimoli culturali ed ambientali, se non altro per garantirgli una qualità di vita migliore. Non si capisce perché tanta lentezza e macchinosità. Non si capisce perché i presidi medico-sanitari siano stati consegnati ai genitori affidatari del piccolo, nel frattempo giunti a Messina, soltanto a fine maggio di quest'anno e collaudati il 7 giugno. Non si capisce perché debba intervenire il Garante a sostenere compiti e oneri spettanti a ben altre amministrazioni. Non si capiscono tante altre cose che renderò note in questi giorni dopo aver relazionato all'autorità giudiziaria".

 

Ministro Grillo, "apprensione per Moise"

 "Leggo con apprensione le notizie sullo stato di salute del piccolo Moise che deve essere trasferito dal policlinico di Messina all'ospedale di Cagliari".
    Il ministro della Salute Giulia Grillo interviene con una nota sulla vicenda del bambino calabrese, affetto da una patologia che lo costringe al ricovero da quando è nato, che avrebbe dovuto essere trasferito nell'ospedale sardo con un'aeroambulanza privata. Il trasferimento previsto per questa mattina è però saltato poichè è intervenuto uno shock settico e il Policlinico di Messina ha autorizzato la 'trasferibilità' ma non la 'dimissibilitá' "Dal Ministero stiamo monitorando la situazione e verificando che tutte le procedure di trasferimento avvengano secondo i protocolli prestabiliti - dice il ministro - approfitto per ringraziare tutti coloro che in queste ore si stanno impegnando per il benessere di Moise".(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA