Alfie, nuovo tentativo in extremis dei genitori a Strasburgo

Dopo l'ultimo ricorso respinto oggi dalla Corte Suprema

Redazione ANSA

Nuovo tentativo in extremis di fronte alla Corte Europea di Strasburgo per i Diritti Umani, da parte dei genitori del piccolo Alfie Evans, 23 mesi, per cercare di ottenere un nuovo giudizio sul verdetto che autorizza i medici a staccare la spina al piccolo, dopo l'ultimo ricorso respinto dalla Corte Suprema britannica che ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato dai genitori. Lo annuncia per oggi stesso Andrea Williams, presidentessa del Christian Legal Centre, precisando che un'eliambulanza polacca e 3 ospedali son pronti a dare assistenza al bimbo, ma che la sentenza britannica lo impedisce.

I giudici hanno dato l'ok ai medici a staccare la spina al bimbo - colpito da una patologia neurologica degenerativa mai diagnosticata esattamente - contro il volere di papa Thomas e mamma Kate. I genitori invocavano il trasferimento del piccolo al Bambino Gesù di Roma. Nei giorni scorsi il padre aveva incontrato il Papa.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA