Tumori, a italiana Iannelli il premio Bakken Award 2016

Per aver impegnato sua vita dopo cancro a servizio volontariato

Redazione ANSA ROMA

Elisabetta Iannelli, vicepresidente dell'Associazione Italiana Malati di Cancro parenti e amici (AIMaC), è stata insignita dalla Medtronic Foundation del prestigioso riconoscimento Bakken Award 2016 per aver impegnato la sua "extra life" dopo il cancro al servizio del volontariato oncologico. Iannelli è uno dei 15 prescelti, tra quasi 200 candidati da tutto il mondo, del Bakken Invitation Award, programma globale creato nel 2013 da Medtronic Foundation.
    Il Bakken Award, voluto da Earl Bakken (inventore del primo pacemaker nel 1957 e cofondatore di Medtronic), nasce per premiare le persone che, grazie all'utilizzo delle più innovative tecnologie mediche, hanno affrontato e superato malattie gravi e che con il loro impegno hanno portato valore aggiunto, umano e sociale attraverso il volontariato a favore degli altri malati che si trovano ad affrontare la loro stessa patologia. Il concetto di 'extra life' e del suo buon utilizzo, ha affermato Iannelli, "è ciò che, nel profondo, ha ispirato il mio impegno al servizio degli altri malati di tumore da quando io stessa ho ricevuto, a 24 anni, la diagnosi di cancro. Ho voluto con forza, da subito, poter essere un buon esempio per gli altri malati, un esempio di speranza che dimostrasse che la vita con il cancro e dopo il cancro è possibile e può essere bella, piena, intensa". Beneficiaria del grant di 20.000 dollari devoluto da Medtronic Foundation sarà AIMaC onlus, che utilizzerà il premio per potenziare il Servizio Informativo nazionale in ONcologia (SION). Il SION, costituito da 40 punti informativi attivi in 25 città presso i maggiori centri di studio e cura dei tumori, da una helpline nazionale e dal sito internet www.aimac.it e forum, fornisce informazioni su misura per i malati di cancro e per i familiari che li assistono.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA