Da tennis a rugby, così Guido abbatte i muri dell'autismo

Nei summer camp Aita, tutor e attività per promuovere inclusione

Redazione ANSA

ROMA - Basket, rugby, tennis, nuoto, pallavolo e atletica: 6 sport che si alternano per permettere di scoprire e confrontarsi con le proprie capacità. Sono organizzati così i Summer Camp del Progetto Aita, i campi estivi frequentati da bimbi con autismo, come Guido, ma anche da loro coetanei che di questi problemi non ne hanno. "Per noi lo sport è strada maestra per accede ad attività di gioco. La palla facilita la socializzazione e permette a bimbi con disturbo dello spettro autistico di fare le stesse cose dei loro coetanei", spiega Giulia Giovagnoli, psicologa e coordinatrice Summer Camp Aita di Roma.
"Mio figlio - racconta Lavinia, la mamma di Guido - è entusiasta di venire qui, perché è un contesto che lo aiuta ad aprirsi. Ad esempio fino a qualche tempo fa non toccava palla e ora, che sia da calcio da tennis o da rugby, ha imparato a tirarla. E per me questo è un risultato grandissimo". Nel facilitare le relazioni tra i bimbi, un ruolo centrale viene svolto dai tutor, che, insieme agli istruttori, organizzano le attività. "I tutor - spiega Giulia - sono figure professionali, per lo più psicologi e pedagogisti, che affiancano i bimbi con autismo con un rapporto di uno a uno o uno a due, a seconda della gravità sintomatologia. La loro presenza facilita quell'interazione sociale che è proprio la difficoltà principale che caratterizza l'autismo. Il risultato è che i bimbi iniziano le attività 'in punta dei piedi' e pian piano arrivano a una partecipazione sempre maggiore e a una sempre maggiore socializzazione". I Summer camp Aita sono presenti in 13 sedi in tutta Italia. Il finanziamento ottenuto dalla fondazione Vodafone nell'ambito del progetto Oso-Ogni Sport Oltre, la prima piattaforma digitale pensata per promuovere lo sport tra persone con disabilità, ha proprio l'obiettivo di ampliare il numero di ragazzi con autismo che potranno parteciparvi. Clicca qui per conoscere gli altri progetti (www.ognisportoltre.it).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA