Caldo: rischio disidratazione se bimbi giocano all'aperto

Esperto, farli bere anche prima e durante le attività di gioco

Redazione ANSA MILANO

(ANSA) - MILANO, 2 AGO - L'estate per i bimbi è l'occasione per giocare tanto all'aria aperta. Il caldo torrido però può provocare mal di testa e senso di stanchezza, ma anche scarsa capacità di concentrazione a causa della disidratazione. A dirlo è l'Osservatorio Sanpellegrino, che consiglia ai genitori di "prestare attenzione alla loro idratazione soprattutto nei momenti di sport o gioco intenso". "Con la sudorazione dovuta al caldo - dice Alessandro Zanasi, esperto dell'Osservatorio - si ha perdita di liquidi e sali minerali che se non reintegrati possono minare l'equilibrio idrico dell'organismo. In più, i bimbi hanno un senso della sete meno sviluppato: tendono a bere acqua raramente e solo quando sono molto assetati". Il consiglio è quello di far bere ai piccoli almeno 8 bicchieri d'acqua al giorno, commisurati alla loro età (ad esempio, da 150 ml per bimbi di 7-10 anni). In caso di attività che li fanno sudare più del solito "bisogna farli bere non solo dopo che hanno giocato, ma anche prima e durante".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA