Gli occhi specchio della memoria futura, indicano i danni vascolari

Danni al microcircolo cerebrale possono compromettere le funzioni mnemoniche

Redazione ANSA ROMA

 Gli occhi svelano se avrai problemi di memoria: se a 60 anni mostrano danni a carico dei piccoli vasi (microcircolo) sanguigni della retina è più probabile che 20 anni dopo compariranno difficoltà a ricordare, declino cognitivo. Lo rivela una ricerca pubblicata sulla rivista Neurology e diretta da Jennifer Deal, della Johns Hopkins University a Baltimora.
    La ricerca prende le mosse dal fatto che danni al microcircolo cerebrale (difficilmente visibili con le metodiche oggi in uso) possono compromettere le funzioni mnemoniche; e dal fatto che i piccoli vasi del cervello, spiega Deal, sono anatomicamente molto simili a quelli della retina.
    Così gli esperti hanno coinvolto oltre 12 mila partecipanti di età media 60 anni, la cui retina è stata 'fotografata' con una speciale fotocamera all'inizio dello studio. La loro memoria è stata misurata a più riprese dall'inizio dello studio fino a 20 anni dopo. E' emerso che chi inizialmente presentava segni di retinopatia (danni vascolari della retina), 20 anni dopo era molto più probabile che soffrisse di defaillance di memoria e di declino cognitivo.(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA