Un canale tv interattivo per aiutare i pazienti con demenza

Al via TV-AssistDem, progetto dell'IST-Cnr per stile vita sano

Redazione ANSA ROMA

ROMA - Si chiama TV-AssistDem il progetto di assistenza tecnologica a distanza del Consiglio nazionale delle ricerche finanziato dalla Commissione Europea nell'ambito del programma AAL - Active and Assisted Living che si propone di fornire ai pazienti con demenza lieve un nuovo strumento di supporto tecnologico per facilitare le cure da remoto.
    Il progetto creato dal gruppo dell'IST-Cnr guidato da Amedeo Cesta, che ha appena avuto il suo kick-off a Malaga in Spagna, ha vinto la competizione europea nell'ambito della della "Call 2016 - Living well with dementia". dell'AAL.
    TV-AssistDem - che sta per 'TV-based ASSistive Integrated Service to SupporT European adults living with Dementia' - si avvale di un canale tv digitale interattivo in grado supportare un servizio di videoconferenza interattiva con i professionisti della salute; un sistema flessibile di promemoria e avvisi per favorire l'aderenza terapeutica; la normale teleassistenza attraverso la trasmissione a distanza dei dati dei parametri vitali e il monitoraggio periodico delle funzioni cognitive; un ambiente per favorire le interazioni sociali dei pazienti con le loro famiglie, con le organizzazioni locali e i servizi sociali.
    Punto chiave del progetto "è l'uso di strumenti tecnologici relativamente semplici - spiega Cesta -, caratterizzati ad un certo grado di familiarità per l'utenza in modo da minimizzarne l'impatto sulla quotidianità di anziani fragili che vivono in casa propria". Ma è pensato anche per i caregiver, verso i quali si mira ad una riduzione del carico di lavoro con conseguenti ripercussioni sul benessere psicologico.
    Il consorzio del progetto è costituito da diversi partner europei provenienti sia dal mondo della ricerca che dall'ambito sanitario e delle associazioni di "end-user". Inoltre, sono presenti aziende private che forniscono componenti tecnologiche e che supporteranno lo sviluppo del software. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA