ANSAcom

Farmaci: nel 2019 +30% di fatturato per l'italiana Polifarma

Nei prossimi 2-3 anni registrazione di farmaci su scala mondiale

ROMA ANSAcom

Una previsione di crescita del 30% e un fatturato di circa 55 milioni di euro. Questi i numeri con cui andrà a chiudere il 2019 Polifarma, azienda farmaceutica italiana che ha festeggiato pochi giorni fa il suo primo secolo di vita e punta verso il mercato mondiale. "Nei prossimi due-tre anni dovrebbe concludersi il processo di registrazione di alcuni nostri farmaci in vari Paesi su scala mondiale", annuncia l'amministratore delegato Andrea Bracci.

Nei suoi cento anni di vita, di cui gli ultimi venti sotto la guida di Luisa Angelini, Polifarma ha saputo coniugare il modello italiano dell'azienda di medie dimensioni con quello di un'impresa moderna che ha fatto dell'innovazione, della continuità manageriale e della centralità delle persone i fattori chiave per crescere in un settore in costante evoluzione. Dal 2014 ad oggi, infatti, il fatturato di Polifarma è cresciuto del 41,8%, passando dai 29,6 milioni del 2014 ai 42 milioni nel 2018, con previsioni di ulteriore crescita per il 2019, ovvero +30% rispetto al 2018. Oggi conta centosettanta dipendenti in Italia, il 35% dei quali under 35. L'area di punta sono i prodotti dell'area oftalmologica, che assorbe il 39% del fatturato totale. La strategia di crescita di Polifarma punta ora al consolidamento nel mercato nazionale attraverso il lancio di nuovi progetti e l'acquisizione e il licencing di nuovi prodotti. Ma nel suo futuro c'è anche l'espansione all'estero, in particolare nell'Europa dell'Est, Asia e Africa, mediante accordi di distribuzione di alcuni prodotti in portfolio, ma anche esplorando nuovi mercati.

Per quanto riguarda l'impegno al fianco dei professionisti del settore della salute, accanto alla figura del medico, Polifarma punta sul farmacista, "sempre più centrale nel counseling e nella presa in carico dei pazienti sul territorio". L'obiettivo è quindi, conclude Bracci, "valorizzarne il ruolo quale dispensatore di salute, affiancandolo in percorsi di formazione per l'acquisizione di competenze scientifiche che lo supportino nella sua attività quotidiana".

In collaborazione con:
Polifarma Spa

Archiviato in