ANSAcom

A Firenze Forum su innovazione e sostenibilità Ssn

Esperti, gestione malati cronici è tra sfide del futuro

FIRENZE ANSAcom

Il rapporto tra innovazione tecnologica e sostenibilità del Sistema sanitario nazionale, le infezioni antibiotico resistenti, le nuove sfide nella lotta contro i tumori, i nuovi servizi che l'intelligenza artificiale può fornire ai malati cronici. Sono alcuni dei temi affrontati a Firenze nel corso del Forum della sostenibilità e opportunità nel settore della salute, giunto alla sua quarta edizione.

In occasione della due giorni di Firenze si parla anche di futuro e di un nuovo modo di combattere il cancro attraverso il progetto 'Cracking cancer', che ha l'obiettivo di 'sgretolare' le neoplasie con la collaborazione di medici oncologi addetti ai lavori ma anche di esperti di comunicazione, sociologi, antropologi, pazienti e societa' civile.

Il Forum, nell'ambito del quale si svolgono oltre 50 iniziative tra cui laboratori, talk show e anche spettacoli teatrali, si è aperto con un'assemblea plenaria in occasione della quale gli esperti del settore si sono confrontati sugli aspetti epidemiologici che riguardano la salute di tutti e sul nodo della spesa pubblica e privata per farmaci e cure, oltre che sulla governance sanitaria.

Di criticità e opportunità del sistema sanitario nazionale ha parlato Alessandro Solipaca, direttore scientifico dell'Osservatorio nazionale sulla salute nelle regioni italiane, dell'Università Cattolica del Sacro Cuore: "Dal 1978, anno dell'istituzione del Sistema sanitario nazionale, a oggi la speranza di vita è sempre aumentata, e soprattutto sono diminuite le diseguaglianza nella speranza di vita tra i diversi territori nazionali" ha affermato. "Il risvolto medaglia - ha poi precisato - è che la popolazione sopravvivendo più a lungo paga il costo della cronicizzazione delle patolgie, abbiamo molti pazienti cronici il cui numero è destinato ad aumentare e per questo ci sarà un problema di sostenibilità finanziaria del sistema sanitario stesso".

Ampio spazio nel Forum è stato dedicato al tema dell'intelligenza artificiale come supporto per i pazienti, per esempio con l'ipotesi di una badante online in grado di funzionare da ponte di scambio tra il malato e il sistema sanitario nazionale, e al mondo delle start-up: tra le innovazioni presentate, una app in grado di trovare il pediatra disponibile più vicino a casa e un joystick mentale che riesce a dare il controllo a pazienti con disabilità grave.

Sul fronte delle malattie rare, Domenica Taruscio, direttore del Centro nazionale malattie rare Istituto superiore di sanità, ha precisato che "si valuta che a livello mondiale circa il 6-8% della popolazione conviva con una malattia rara, il che si traduce in numeri in circa 30, 36 milioni in Europa e 260, 440 milioni in tutto il mondo". "Tali stime sono approssimative - ha aggiunto - perché i dati epidemiologici sono insufficienti e i sistemi di codifica ancora inadeguati. Esse inoltre non tengono conto di tumori rari e malattie infettive".

"In un'epoca di importanti rivoluzioni sociali, la salute è un tema di massima importanza" ha detto Giuseppe Orzati, organizzatore del Forum sistema salute. "Emerge la necessità di rinnovare programmi e strategie per una sanità più efficace e per una migliore governance sanitaria" ha continuato Orzati. "In questo contesto - ha aggiunto ancora -, il Forum sistema salute offre un'occasione unica di aggiornamento e di riflessione sui temi di più stringente attualità. Insieme ci interrogheremo su come offrire risposte sempre più mirate alle esigenze del cittadino, dei medici e delle aziende sanitarie. E condivideremo idee, progetti e strategie per trasformare le nuove sfide in opportunità".

Sempre in occasione del Forum è stata annunciata dagli organizzatori la stesura di un "manifesto dei diritti delle persone con disagio mentale.

In collaborazione con:
KONCEPT srl

Archiviato in