Rossi, recuperato antitumorale per i malati a Firenze

'D'accordo con Germania e Svizzera, non ci saranno interruzioni'

Redazione ANSA FIRENZE

 Le terapie antitumorali per i 25 pazienti dell'ospedale fiorentino di Careggi trattati per il tumore alla vescica non saranno interrotte: lo ha annunciato il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, spiegando che "all'interno del Ssn qualcuno si è gentilmente prestato per darci qualche unità" del farmaco mancante, ossia la mitomicina, "in modo da arrivare al 12 luglio".
    Rossi, prima di aprire una conferenza stampa sul tema dei rifiuti, ha spiegato ai giornalisti che dopo il 12 luglio "siamo d'accordo con Svizzera e Germania perché ci vengano consegnate, vedremo se con trasferta diretta, altre 400 fiale. Non ci saranno interruzioni. Continuo a sostenere che è gravissimo quello che accade: se c'è un commercio parallelo, la ministra intervenga".
   "Non ci saranno interruzioni. Continuo a sostenere che è gravissimo quello che accade: se c'è un commercio parallelo, la ministra intervenga".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA