Nuovo singolo vaccino per influenza e infezioni pneumococco

Messo a punto da ricercatori Università di Adelaide

Redazione ANSA SYDNEY

(ANSA) - SYDNEY, 21 MAG - Creato un singolo vaccino per combattere simultaneamente l'influenza e l'infezione da pneumococco, le due malattie respiratorie più letali nel mondo.
    I ricercatori del Centro di ricerca malattie infettive dell'Università di Adelaide sostengono sulla rivista Nature Microbiology che una sola vaccinazione che combina i vaccini di una nuova classe che stanno sviluppando potrà superare le limitazioni dei vaccini usati correntemente nel mondo, separatamente contro l'influenza e contro le infezioni da pneumococco. Lo studio indica che il nuovo vaccino contro l'influenza A, basato su un intero virus dell'influenza inattivato, assicura immunità trans-protettiva potenziata a differenti ceppi di influenza, anche quando viene co-somministrato con la nuova classe di vaccino pneumococcico. E indica che il potenziamento dell'immunità è associato con una diretta interazione fisica fra il virus e il batterio. Guidato da Mohammed Alsharifi e James Paton, lo studio fa seguito a precedenti ricerche sullo sviluppo di una nuova classe di vaccini inattivati che prendono di mira componenti, sia del virus sia del batterio, che non variano da un ceppo all'altro. I vaccini correnti contro l'influenza prendono invece di mira le molecole di superficie che sono soggette a mutazioni, e di conseguenza è necessario un aggiornamento annuale per affrontare i nuovi virus emergenti. I vaccini pneumococcici esistenti peraltro assicurano una protezione di maggiore durata, ma coprono solo una minoranza dei ceppi che causano la malattia. I ricercatori dell'Università di Adelaide sostengono che vi è una chiara necessità di migliori vaccini capaci di assicurare protezione universale. "Il virus dell'influenza e l'infezione da pneumococco si sono combinati per causare fino a 100 milioni di morti durante la pandemia di 'febbre spagnola' nel 1918-1919", ricordano gli autori. "Un secolo dopo, abbiamo dimostrato che una sinergia analoga ma questa volta altamente protettiva con l'innovativa strategia di vaccinazione che colpiscono simultaneamente entrambi i patogeni", aggiungono.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA