È la luce che fa la differenza nel modo di svegliarci al mattino

Esperto in medicina del sonno, tablet e telefonini vanno chiusi o tenuti lontani almeno 30 minuti prima di dormire

Redazione ANSA ROMA

 Per la maggior parte di noi il suono a tutto volume della sveglia è un segnale, al mattino, che dobbiamo alzarci. Ma il rumore può essere molto fastidioso. Un po' di aiuto in questo senso potrebbe arrivare dalla luce. Che incorporata al suono della sveglia può aiutare a svegliarsi in modo più naturale. Lo rileva il dottor Philip Alapat, esperto in medicina del sonno del Baylor College of Medicine. "Gli esseri umani hanno un ritmo circadiano che facilita una naturale tendenza ad avere più sonno di notte e ad essere più svegli durante il giorno - evidenzia Alapat - il contributo più forte alla creazione del ritmo circadiano è la luce. Siamo naturalmente più attivi durante il giorno e più inclini a dormire nelle ore notturne quando c'è meno luce. E la presenza di luminosità a volte diversa dal giorno previsto può disturbare il nostro ritmo circadiano abbastanza da compromettere la nostra capacità di dormire bene la notte".
    Per questo è importante che ci siano il più possibile buio e silenzio quando si cerca di addormentarsi, anche se non è notte.
    In generale, tablet e telefonini vanno chiusi o tenuti lontani almeno 30 minuti prima di dormire. Al mattino, invece si può scegliere una sveglia con luce incorporata. Non c'è alcuna prova clinica a sostegno dell'uso di sveglie luminose, ma Alapat evidenzia di aver raccolto diverse testimonianze dai pazienti sulla loro efficacia. Alcuni a cui ha raccomandato di usare queste sveglie hanno riferito di trarne un beneficio significativo. Le sveglie con luce funzionano aumentando lentamente la quantità di luminosità a cui si viene esposti nel momento in cui ci si deve svegliare. In genere, aggiungono anche un po 'di stimolo sonoro oltre alla luce per risvegliare gradualmente dal sonno. Si parte da un livello molto basso di suono e luce per aumentare gradualmente di intensità.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: