Seat e Telefonica alleate per migliorare sicurezza con il 5G

Test in 2 città spagnole con network V2X vehicle-to-everything

Redazione ANSA

ROMA - Le reti telefoniche cellulari 5G, e la possibilità che ne deriva per aggiungere alle aree urbane strutture di comunicazione utilizzabili per l'internet of things (IoT) potranno contribuire rapidamente al miglioramento della sicurezza nella circolazione ed allo snellimento del traffico.

Una evoluzione a cui stanno lavorando in Spagna Seat - il costruttore del Gruppo Volkswagen - e la grande compagnia di telecomunicazioni Telefónica, con l'avvio di un progetto di sperimentazione (supportato anche da Ficosa e Dice) della tecnologia V2X (vehicle-to-everything). Grazie a questo programma, alcuni veicoli Seat stanno circolando nelle due località spagnole di Talavera de la Reina e Segovia - che dallo scorso gennaio fanno parte del progetto 5G Technological Cities lanciato da Telefónica - per verificare e migliorare le funzionalità dei sistemi di dialogo.

In particolare a Segovia si lavora su un sistema che, attraverso i trasmettitori installati nei semafori, avverte il veicolo che un pedone sta attraversando l'incrocio in un angolo che resta cieco per il guidatore. L'avviso compare nel display di bordo solo se l'auto si appresta a fare quella specifica manovra e il guidatore ha segnalato con il lampeggiatore la direzione che potrebbe 'impattare' con il pedone. Altra interessante funzionalità del sistema è l'avviso a bordo dell'auto del tempo che manca al passaggio del semaforo al rosso: in base alla posizione, alla velocità e al traffico, il veicolo stesso può accelerare l'andatura o - al contrario - rallentare per limitare l'intensità della frenata e rendere più fluido il flusso veicolare nelle intersezioni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA