Più elettronica per la sicurezza sulla Skoda Superb

In caso di emergenza ora è in grado di fermarsi da sola

Redazione ANSA

ROMA - Con il nuovo pacchetto "Travel assistant", Skoda propone varie soluzioni tecnologiche di ausilio alla guida utili per la sicurezza, efficaci anche in caso di malore del guidatore, grazie alla disponibilità del sistema di arresto automatico del veicolo. Proposto come standard sulle versioni Style, SportLine e Laurin&Klement, l'insieme di dispositivi comprende il Lane Assistant, il Blind Spot Detect, il Rear Traffic Alert, lo Smart Light Assistant, il Traffic Jam Assistant e l'Emergency Assistant. Si tratta di sei importanti aiuti per il conducente che si aggiungono al controllo automatico della velocità di crociera e della distanza di sicurezza (Adaptive Cruise Control), già presente sull'ammiraglia boema. Andando nel dettaglio del funzionamento dei vari sistemi, il Lane Assistant, spiegano dalla Repubblica Ceca, "grazie a una telecamera anteriore riconosce le delimitazioni della carreggiata e agisce sullo sterzo per mantenere attivamente il veicolo al centro della corsia". Il Blind Sport Detect utilizza sensori radar che rilevano i veicoli in avvicinamento laterale o posteriore, misurandone distanza e velocità: "se il conducente inizia una manovra di cambio corsia, attivando la luce di direzione, in una situazione riconosciuta come critica, il sistema attiva i LED di segnalazione e, in casi estremi, con Lane Assistant attivo, interviene sullo sterzo". Il Rear Traffic Allert risulta utile quando si esce in retromarcia da un parcheggio: controlla "la parte posteriore e laterale con sensori radar. Nel caso vengano rilevati oggetti in movimento il sistema informa il conducente con un segnale visivo e acustico, e interviene con la frenata automatica nelle situazioni critiche". Lo Smart Light Assistant rileva veicoli davanti alla vettura o provenienti dalla direzione opposta "adeguando di conseguenza la forma del cono di luce dei fari per impedirne l'abbagliamento, assicurando al contempo la massima illuminazione possibile della strada". Il Traffic Jam Assistant gestisce in maniera semiautonoma la marcia del veicolo quando procede in colonna, sino a velocità di 65 km/h, intervenendo direttamente su sterzo, acceleratore e freni. Infine, l'Emergency Assistant interviene in caso di malore del conducente (stato individuato attraverso la sua inattività) ed è in grado di arrestare il veicolo mantenendolo nella corsia di marcia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA