Lotta dura in Gran Bretagna all'uso smartphone al volante

Pene più dure e telecamere 'intelligenti' che vedono nell'auto

Redazione ANSA

ROMA - Giro di vite delle autorità britanniche per arginare il fenomeno dell'uso del cellulare da parte dei guidatori e limitare i grandi rischi che ne derivano. Il Dipartimento dei Trasporti ha comunicato nuove sanzioni riguardanti non solo le conversazioni senza dispositivo 'mani libere', ma anche l'uso degli sms e dei social network. Ad una prima contestazione si rischiano 200 sterline (235 euro) di multa e 6 punti della patente, ma chi è recidivo vede salire questa sanzione a 1.000 sterline (1.174 euro) e alla sospensione della patente per 6 mesi. Nel caso dei neopatentati - poi - il rischio è che la licenza di guida venga revocata immediatamente. Altro provvedimento preso dalle autorità - che riguarda, come le nuove sanzioni, anche gli stranieri che si recano in auto in Inghlterra, Scozia e Galles - è l'installazione di nuove telecamere 'intelligenti', capaci di rilevare se il guidatore non ha le cinture allacciate o se sta usando lo smartphone.

Questi nuovi dispositivi - sviluppati dalla americana Movidius in JV con l'azienda cinese Hikvision specializzata in videosorveglianza - sono in grado di analizzare in tempo reale le immagini, di riconoscere i gesti e la situazione che riguarda l'interno della macchina e perfino di identificare il modello dell'auto, per attivare in pochi secondi la procedura automatica di sanzione. In Gran Bretagna queste cattive abitudini sono molto diffuse: il recente studio Report on Motoring 2016 del RAC stima in 11 milioni gli automobilisti che ammettono di fare o ricevere chiamate mentre guidano ed altri 5 milioni hanno confessato di avere scattato foto pur essendo al volante.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA