Subaru XV e-Boxer, crossover mild hybrid dalla doppia anima

Comodo e risparmioso su asfalto, efficace nell'off-road severo

Redazione ANSA BOLOGNA

Anche il crossover XV, modello di punta della gamma Subaru in Italia, si aggiorna e affianca Forester nella strategia di elettrificazione di tutti i modelli della Casa delle Pleiadi. Dal prossimo mese di marzo, con prezzi 'trasparenti' che partono da 32.500 euro, XV e-Boxer porterà alla clientela Subaru la risposta alle necessità di utilizzo sia in città che nell'off road - con tutte le tipiche prerogative del brand come la trazione integrale permanente Subaru Symmetrical AWD (un brevetto della Casa giapponese) e il motore Boxer a cilindri contrapposti - aggiungendo i vantaggi che derivano dal funzionamento e dalla omologazione ibrida.

XV, va ricordato, è un crossover con forte vocazione fuoristradistica come dimostrano gli angoli di attacco e di uscita rilevanti ed una altezza da terra di ben 22 cm (molto più della media delle rivali) e una trazione integrale permanente che non tradisce mai. Lo ha dimostrato in una articolata prova sulle alture dell'Appennino bolognese, su percorsi asfaltati anche veloci, ma anche in passaggi off-road impegnativi perché fangosi o molto sconnessi. Oltre che per le qualità delle sospensioni e per la funzionalità del sistema di trazione 4x4 Symmetrical All Wheel Drive e del cambio automatico Lineartronic, XV si distingue in situazioni che potrebbero essere definite 'estreme' anche per un vero fuoristrada, per la rigidità e la robustezza della struttura. Anche XV e-Boxer utilizza infatti la piattaforma SGP (Subaru Global Platform) che ha portato per questa generazione del crossover delle Pleiadi indiscutibili miglioramenti in termini di rigidità dello chassis (+ 70%) a vantaggio delle qualità dinamiche della vettura, su asfalto e in off-road. Per la sua doppia 'anima' - quella da crossover stradista e quella da efficace off-road - il nuovo XV e-Boxer è dunque una moderna interpretazione delle mutate esigenze della clientela che, oggi più di ieri, desidera guidare modelli affidabili, sicuri, capaci di risolvere qualsiasi problema di mobilità (anche con condizioni avverse e neve) ma anche rispettosi dell'ambiente e durevoli nel tempo. L'ottimizzazione della struttura ha inoltre comportato una sensibile riduzione di peso che, senza compromettere la proverbiale resistenza della scocca, garantisce prestazioni più brillanti rispetto al Forester e-Boxer che ha la stessa motorizzazione da 150 Cv ma che pesa un po' di più. Un motore che viene promosso a pieni voti, in queata ultima edizione, per la dolcezza di funzionamento, per la prontezza di risposta e soprattutto per il confort totale quando il sistema mild hybrid comporta frequenti spegnimenti e successivi riavvii del motore termico, a cui si sommano quelli dovuti ai passaggi da EV driving a Motor Assist driving.

SUBARU XV



Il 2.0 aspirato FB 20 di XV e-Boxer è anche dotato di filtro antiparticolato GPF (Gasoline Particulate Filter) che assieme alla valvola EGR (Exhaust Gas Recirculation) e al sistema di fasatura variabile AVCS che assicura una migliore combustione, abbassa ulteriormente le emissioni dallo scarico, circa un 10% in meno come avviene per i consumi rispetto al 2.0i a benzina.

Da sottolineare anche la presenza di un nuovo silenziatore dal volume maggiorato per ridurre la rumorosità e aumentare la quantità dei gas trattati. La sezione elettrica del propulsore, con 16 Cv di potenza (12,3 kW) è alimentata da una batteria agli ioni di litio con capacità di 0,6 kWh collocata sotto al piano di carico, nel bagagliaio. La ricarica avviene sia attraverso l'azione del motore termico (a vettura ferma che in marcia) sia con la cosiddetta frenata rigenerativa. Nella guida in colonna - e se livello di carica è sufficientemente elevato - è piacevole percepire il disaccoppiamento del motore termico dalla trasmissione e il suo spegnimento, per muoversi in modalità 100% elettrica. Ed è ancora il motore elettrico ad assicurare la ripartenza del crossover XV e-Boxer ed a fornire l'energia necessaria per un'accensione 'morbida' del 4 cilindri termico. Nelle situazioni difficili è poi il sistema X-Mode, il cui funzionamento è visualizzato nel Display Multifunzione della vettura, ad mantenere attivi entrambi i motori nel collegamento alla trasmissione per garantire così tutta la coppia motrice disponibile. La sensazione che si prova in queste condizioni (ad esempio nel fango) è di una immediata risposta del sistema, dato che i motori elettrici generano il massimo della coppia già a basso numero di giri, appena sopra l'avvio. Nessun problema, poi, per la gestione della servoassistenza elettrico dello sterzo che, in caso di spegnimento accidentale del motore termico, consente la guidabilità della vettura anche con la sola energia elettrica. Nel corso dell'anno scomparirà dal listino Subaru la versione 2,0i alimentata esclusivamente a benzina del crossover XV mentre resterà in gamma il motore tradizionale 1.6i, senza l'originale sistema mild hybrid e-Boxer. Oltre al livello d'ingresso Style (32.500 euro) la nuova gamma XV e-Boxer prevede la versione Style Navi a 34.000 euro e la Premium a 36.500. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie