Ces, con Hyundai e Uber il taxi volante diventa realtà

Primi voli da quest'anno, servizio a partire dal 2023

Redazione ANSA ROMA

Un taxi volante non è più una questione di fantascienza ma pura realtà. A un mese dall'annuncio del concept della macchina volante, Hyundai presenta al Ces di las Vegas un prototipo in scala reale: si chiama S-A1 il velivolo elettrico a decollo e atterraggio verticali (eVTOL), che andrà a formare la flotta di taxi aerei di Uber. Il primo volo è previsto già per quest'anno, l'avvio del servizio invece è in programma nel 2023. Il progetto tra la casa automobilistica sudcoreana e Uber consentirà di sviluppare così un novo concetto di mobilità urbana. Il Personal Air Vehicle (PAV) di Hyundai eUber è in grado di trasportare cinque passeggeri più il pilota a una velocità di crociera di 290 km/h e un'altitudine di circa 300-600 piedi (300-600 metri) dal suolo.

Secondo quanto detto nel corso della presentazione al salone dell'elettronica in corso a Las Vegas, saranno necessari solo 5-7 minuti per la ricarica ad alta potenza ed ogni ricarica garantirà un'autonomia di circa100 chilometri. Hyundai è la prima casa automobilistica a unire le proprie forze con Uber.

L'accordo tra le due realtà prevede che il costruttore automobilistico si dedicherà alla produzione e alla distribuzione dell'aereo elettrico, mentre Uber fornirà supporto per lo spazio aereo, operazioni a terra e l'app con la quale sarà possibile prenotare le 'corse' aeree.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA