Seat Mii electric, la rivoluzione semplice della ecomobilità

Un solo propulsore e un unico allestimento per la piccola spagnola

Francesco Fabbri MADRID

Un unico motore, elettrico. Un unico allestimento: full optional e connessa. Un unico prezzo.
La scelta è solo fra i cinque colori a disposizione. La rivoluzione di Seat per la mobilità inizia dal modello più piccolo, la Mii che ora diventa soltanto elettrica, è semplice.

Addio a tutti i motori termici, anche alla fortunata alimentazione a metano che tanto è piaciuta. Una scelta che può sembrare estrema, ma che - spiega Pierantonio Vianello, direttore di Seat Italia - è dettata dalla fiducia del Gruppo Volkswagen nella nuova mobilità. 'Attualmente una supernicchia - sottolinea Vianello - ma con margini di espansione enormi, e noi ci crediamo'.



Abbiamo provato la Mii electric a Madrid e dintorni, in occasione della presentazione internazionale alla stampa. Da fuori è identica alla Mii che conosciamo già, eccezion fatta per quei due piccoli adesivi laterali e la grande scritta sul portellone: electric. E' dentro, e soprattutto 'sotto' che è tutta nuova: gli ingegneri, infatti, hanno completamente ridisegnato la vettura per le nuove esigenze. Dalle sospensioni allo sterzo, dal cambio allo chassis, tutto è stato ripensato per la nuova motorizzazione. Il risultato è un'auto a inderogabile vocazione cittadina ma che, grazie ai 260 km di autonomia dichiarati sul misto (che, sostengono in casa Seat, possono superare agevolmente i 300 in città) non disdegna le gite fuoriporta.

Mii electric, la "rivoluzione semplice" di Seat



Nei vialoni di Madrid Mii electric si muove silenziosa (ma non muta, fortunatamente) e si fa apprezzare per la praticità.

E' il suo habitat naturale, quello cittadino, dove lo scatto garantito dagli 83 Cv erogati dal motore elettrico sono più che sufficienti per una guida in assoluta agilità; e dove le dimensioni ridotte - circa 3.5 metri - e il diametro di sterzata di 9.80 metri sono sinonimo di maneggevolezza. Insomma, Mii electric svolge bene il suo ruolo di di apripista elettrica, e bene. D'altra parte, l'utilizzatore-tipo di un'auto come questa percorre mediamente 32 km al giorno. Una sola ricarica, insomma, potrebbe essere sufficiente per garantire gli spostamenti di oltre una settimana. Ricarica che può essere effettuata sia in corrente alternata (attraverso wallbox o presa domestica), sia in corrente continua presso le colonnine pubbliche a ricarica rapida con l'assorbimento di 40kW di potenza. Con tempi di ricarica che vanno dalle 16 ore nella modalità casalinga ai cento minuti di quella a corrente continua, passando per le 10 ore abbondanti dalla wallbox.

Percorre 100 km con una spesa di 2,80 euro alla colonnina: l'omologo di circa due litri di gasolio. Tallone d'Achille, ma c'era da attenderlo, il comportamento sulle strade extraurbane e in autostrada: raggiunge con facilità i 130 km/h della velocità massima, ma ha un comportamento da gregario: fa il suo, ma tradisce più di qualche fruscio, e il rollio non manca.

Di serie nella Mii electric il sistema Seat Commect, che consente l'accesso e la completa gestione della vettura da remoto; Media system con radio digitale DAB e 6 altoparlanti, vivavoce Bluetooth, docking station per smartphone, DriveMii App per integrazione interfaccia smartphone e ingressi AUX, USB, SD.

A ciò si aggiungono cerchi in lega da 16", vetri posteriori oscurati, luci diurne LED, specchietti regolabili e riscaldabili elettricamente. Per quanto riguarda il comfort a bordo e gli interni, equipaggiamenti come climatizzatore automatico Climatronic, volante e leva del cambio e freno a mano in pelle, sedili anteriori riscaldabili e regolabili in altezza, doppio fondo nel vano bagagli e ambient light sono di serie. In tema di sicurezza e tecnologia, Mii electric include airbag frontali anteriori e laterali a tendina, lane assist, riconoscimento segnaletica attraverso DriveMii App, funzione Coming/Leaving Home, sensore pioggia e sensore luci, cruise control, sensori di parcheggio posteriori, cavo di alimentazione per stazione di ricarica e cavo di alimentazione per presa domestica. Tre profili di guida: normale, eco e eco+.

In casa Seat puntano moltissimo sull'aspetto commerciale. Mii electric sarà lanciata in Italia al prezzo di 23.250 Euro chiavi in mano (ai quali andranno sottratti, finché disponibili, i seimila euro di fondi nazionali, oltre a quelli erogati da alcune regioni per l'acquisto di mezzi elettrici). I clienti potranno anche scegliere la soluzione 36 mesi a un costo pari a € 199/mese senza anticipo attraverso la formula SEAT Senza Pensieri (con TAN 3,99%). Mii electric può essere guidata anche dai neopatentati. In concessionaria da gennaio 2020.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA