Rivive il mito di Ford Puma, ma adesso è un crossover

Linee sinuose, motore ibrido e carico best in class

di Nuviana Arrichiello DÜSSELDORF

Chi non ricorda la Ford Puma, la mini-coupé che negli anni Novanta si dava battaglia, a colpi di mercato, con la rivale tedesca Opel Tigra, riuscendo a conquistare il cuore di tanti appassionati grazie all'appeal delle sue linee sinuose ed accattivanti? Oggi, a distanza di un po' di anni, Ford fa rivivere questo mito, cambiando però forma e sostanza ad un prodotto di successo per il brand. Di cui, però, resta solo il nome. Il resto è una novità assoluta. A partire dalla carrozzeria: nuova Puma infatti è un crossover, basato sulla nuova Fiesta, dalla quale riprende molto nelle linee esterne e negli equipaggiamenti interni.


In attesa di vederla allo stand dell'Ovale Blu, al prossimo salone di Francoforte, abbiamo avuto modo di scoprirne la silhouette e l'abitacolo, in occasione di un reveal a Dusseldorf. Con nuova Puma, l'Ovale Blu punta su un design, dalle linee sinuose che rappresenta l'evoluzione della filosofia 'human centric' di Ford orientata al conducente, con dettagli distintivi tra cui i fari posti sulla parte superiore della fiancata e le linee atletiche che ne accentuano il carattere sportivo. Le proporzioni da crossover compatto con una maggiore altezza da terra, garantiscono una guida comoda e sicura e una capienza del bagagliaio senza compromessi, di 456 litri. L'efficienza nei consumi e le prestazioni sono garantite dall'avanzata tecnologia Ford EcoBoost Hybrid con batterie a ioni-litio da 48 volt. Questa motorizzazione integra l'assistenza alla coppia elettrica con un motore a benzina EcoBoost 1.0 a tre cilindri, per erogare fino a 155 CV. Il Ford Co-Pilot (3 radar, 2 telecamere e 12 sensori) è capace di assistere il conducente nella guida include le più recenti tecnologie di assistenza alla guida, per un'esperienza al volante fluida e meno stressante.
 In vendita dalla fine dell'anno, nuova Puma sarà prodotta presso lo stabilimento di Ford a Craiova, in Romania, a fronte di un investimento complessivo, dal 2008, di oltre 1,5 miliardi di euro. Esteticamente, all'esterno la linea del tetto è bassa e inclinata, per una silhouette accentuata e immediatamente riconoscibile.

Il team di designer ha sviluppato linee morbide e filanti rendendola un'auto sexy e riconoscibile alla vista, con l'obiettivo di accentuare l'equilibrio nelle forme e, insieme al team degli ingegneri, garantire stile, accessibilità e capacità di carico senza compromessi. Disponibile negli allestimenti ST-Line e Titanium, la nuova Puma sarà in grado di imporsi sul mercato soprattutto per la sua capacità di carico che la rende best in class tra le sue rivali grazie ad uno spazio per i bagagli posteriori di 456 litri. Un vano di carico modulabile può ospitare comodamente oggetti fino a 112 cm di lunghezza, 97 cm di larghezza e 43 cm di altezza con la seconda fila di sedili reclinata. Sviluppato per soddisfare e superare le esigenze dei clienti, il MegaBox è uno spazio versatile ricavato nel piano di carico, in grado di ospitare due sacche da golf in posizione verticale. Il MegaBox offre una capacità di 80 litri in uno spazio di 763 mm di larghezza, 752 mm di lunghezza e 305 mm di profondità, in grado di alloggiare oggetti anche in verticale fino a circa 115 cm di altezza. Anche Puma sarà dotata, come il resto della gamma dell'Ovale Blu, di una versione elettrificata grazie all'EcoBoost Hybrid, creato su misura per ottimizzare l'efficienza nei consumi e offrire un'esperienza di guida più reattiva e gratificante. La tecnologia EcoBoost Hybrid potenzia il motore a benzina EcoBoost 1.0 3 cilindri con un sistema di starter/generator (BISG) azionato da una cinghia da 11,5 kW, che sostituisce l'alternatore standard, consentendo il recupero e lo stoccaggio di energia durante le decelerazioni del veicolo e la ricarica di un pacco batteria di ioni-litio da 48 volt, raffreddato ad aria (potenze da 125 e 155 CV). I clienti possono inoltre scegliere tra una gamma di propulsori Ford EcoBoost a benzina e Ford EcoBlue diesel, tutti equipaggiati di serie con Start&Stop. All'interno, i sedili anteriori con funzione massaggio lombare segment-first a bordo di Puma distendono i muscoli e contribuiscono a viaggi più rilassanti. Le sedute sono offerte inoltre con rivestimenti rimovibili e lavabili, a seconda dell'allestimento di Puma prescelto. Il sistema di comunicazione e intrattenimento SYNC 3 consente di gestire tutte le funzioni utilizzando i comandi vocali. Con il wi-fi si possono connettere fino a 10 dispositivi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA