Test Nissan Micra, 100 CV con e senza automatico, e 117 CV

Agile e confortevole in città, divertente anche sul misto

dell'inviato Francesco Fabbri CASCAIS

Nissan Micra inaugura il 2019 ampliando la gamma di proposte con un nuovo motore tre cilindri mille turbo benzina IG-T da 1,0 litri e 100 CV di potenza, con cambio manuale e cambio automatico Xtronic e con un nuovo e più brillante motore benzina DIG-T, sempre mille turbo benzina tre cilindri, 117 CV di potenza, abbinato a cambio manuale a sei rapporti, che equipaggia la versione speciale N-Sport.

Abbiamo provato queste tre novità nelle strade tra Cascais e Lisbona, in Portogallo, alternando percorsi cittadini e brevi tratti autostradali, salendo sulle alture ricche di curve e tornanti dell'entroterra e ridiscendendo fino ai lunghi rettilinei che si srotolano sulla costa, a un passo dall'oceano.

La vocazione cittadina di Micra è confermata, per tutte le versioni: è qui che questa vettura trova il suo habitat naturale. A proprio agio nel traffico e nelle stretture cittadine in tutte le versioni, l'automatica non cede nulla in termini di prestazioni al vantaggio di non dover saltellare sulla frizione negli ingorghi: quando si ha la possibilità di sfruttarla su una strada libera, risponde bene alle accelerazioni improvvise, senza 'affogare' e senza indugiare in regimi eccessivi in alto o in basso. Anche il mille manuale si comporta bene, oltre che su percorso urbano, anche sul misto e sul veloce extra urbano. Elastico ed efficiente, risponde adeguatamente alle necessità del guidatore. Il maggior brio della N-Sport si sfrutta meglio non solo quando si ha la necessità di una accelerazione più pronta, ma anche in autostrada, dove con la sesta marcia (prerogativa di questa motorizzazione) il già buon confort di guida sale ulteriormente di livello. Con la stessa sigla, N-Sport, è disponibile anche un motore diesel 1,5 litri 90 CV (che non abbiamo provato).



Scendendo in dettagli più tecnici, il nuovo motore turbo benzina IG-T da 1,0 litri - 100 CV è abbinabile a un cambio manuale a cinque rapporti ed è conforme alla normativa sulle emissioni Euro 6d-Temp, regalando rispetto alla precedente versione maggiore potenza (+10 CV) e coppia (+20 Nm) a tutti i regimi, con emissioni di CO2 ridotte (da -13 a -15 g/km, in base all'allestimento) e minori consumi (da -0,6 a -0,7 l/100 km quelli dichiarati, in base all'allestimento), con un conseguente calo dei costi d'esercizio.



Quanto al cambio automatico Xtronic, è abbinabile esclusivamente al motore IG-T da 1,0 litri e 100 CV. A nostro avviso è quello che meglio si adatta alle peculiarità di Micra e in casa Nissan stimano le vendite di questo modello intorno al 20% (nel 2016 si era al 12% dell'immatricolato del segmento, nel 2022 è atteso il 30%). Se l'aumento dell'automatico è ormai consolidato, sulle vetture più piccole fatica per via del fattore costo che inevitabilmente incide maggiormente sui prezzi più bassi. Il cambio automatico Xtronic è una unità con trasmissione a variazione continua dotata di tecnologia D-step per un'erogazione della potenza più marcata rispetto a un CVT tradizionale. Dal punto di vista meccanico, il motore è identico a quello della versione IG-T da 100 CV con cambio manuale.



Il nuovo propulsore di punta della gamma Nissan Micra è, come detto, il benzina da 1,0 litri e 117 CV con cambio manuale a sei marce. E' totalmente diverso rispetto al 100 CV, sviluppato dall'alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi in collaborazione con Daimler, insieme al motore a benzina da 1,3 litri lanciato di recente sul crossover Nissan Qashqai. Insieme alla potenza, rispetto al 100 CV aumenta anche la coppia (180 Nm a 1.750 giri/min per il 117 CV, rispetto a 160 Nm a 2.750 giri/min per il 100 CV). Il risultato è un tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h di 9,9 secondi per la versione da 117 CV, un secondo in meno rispetto alla versione da 100 CV con cambio manuale. Questo motore è disponibile esclusivamente nella versione speciale Micra N-Sport, caratterizzata da assetto ribassato (-11 mm) e sospensioni ricalibrate. Testata a delta, alesaggi rivestiti a spruzzo, iniettore centrale, turbocompressore con waste-gate controllata elettronicamente e sistema di valvole a fasatura variabile sono le caratteristiche principali.

I prezzi delle nuove motorizzazioni benzina variano dai 15.400 euro chiavi in mano del 100 CV, allestimento VISIA+, ai 19.100 del 117 CV N-Sport.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA